Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 25 gennaio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO – Bologna-Lazio: tanta noia e un pareggio a reti inviolate

Biancocelesti ancora convalescenti, senza ritmo e senza gioco offensivo. Bene solo la difesa. Reja: “Bisogna lavorare ancora molto”

12.01.2014 - Simone Di Tommaso



CALCIO – Lazio: Biglia e Kishna regolano il Bologna sul 2-1

Pioli ricomincia da dove aveva lasciato nello scorso campionato: prima mezzora di gran bel gioco organizzato e offensivo
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio-Bologna 2-1. Le pagelle biancocelesti

I ragazzi di Pioli danno spettacolo con Biglia al 17’e Kishna al 23’, ma si fanno bucare da Mancosu al...
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Bologna 1-0. Le pagelle biancocelesti

Berisha mai impegnato. Biava e Dias (e Lulic?), ultima partita con la maglia biancoceleste. Esordisce Tounkara. Biglia,...
Leggi l'articolo

CALCIO - Biglia di rigore all'ultimo respiro. Lazio nona

Bologna superato grazie alla linea verde. Bene Felipe Anderson e Keita, promesse da Tounkara e Minala. Fischi alla...
Leggi l'articolo

Klose

NOIA - Che noia!!! L'anticipo serale dell'ultima giornata del girone di andata del campionato di Serie A ha visto il confronto a reti involate tra Bologna e Lazio, due squadre impaurite e incapaci di emozionare. I biancocelesti, reduci dalla vittoria in casa contro l'Inter grazie al gol capolavoro di Klose, conquistano con Reja 4 punti in 2 partite. Con questa media si vincono i titoli. I rossoblu, invece, vedono l'esordio del nuovo tecnico Ballardini, chiamato a salvare la baracca in sostituzione dell'esonerato Pioli. Che non potesse essere una bella partita lo si immaginava, ma non fino al punto che potesse diventare un'inguaribile noia. In 90 minuti le occasioni da gol sono state solo due, una per parte (anche se il Bologna ha tirato sicuramente di più).

LE FORMAZIONI - Il tecnico friulano conferma gli undici mandati in campo contro l'Inter. L'unica novità è Felipe Anderson esterno alto: la squalifica di Radu ha infatti portato Lulic in difesa. Per il resto sono gli uomini di Reja in un collaudato 4-5-1: Biava, Dias, Gonzalez, Hernanes, Ledesma, Candreva, Klose, Cavanda. Berisha ancora in porta al posto del convalescente Marchetti.
Ballardini risponde con un accorto 3-5-1-1, con il capitano Diamanti a supporto dell'unica punta Rolando Bianchi.

IL MATCH - Il primo tempo è un torpore prolungato. Bisogna aspettare fino al 29' per ammirare la prima occasione da gol. Rolando Bianchi, su passaggio di Garics, impegna di tacco Berisha in un pronto salvataggio. Bravo e reattivo il giovane albanese. Fino al fischio dell'arbitro, nessun'altra occasione sui due fronti. Le squadre sembrano impaurite e poco desiderose di imporre il proprio gioco. Felipe Anderson che in allenamento aveva fatto vedere belle cose, le dimentica una volta in campo. Nell'intervallo Reja decide di sostituirlo con Keita.
Il secondo tempo comincia esattamente nello stesso modo in cui è finito il primo. Noia prima, noia dopo. Fino al 25' i sussulti sono pari allo zero. Si capisce che non è serata per la Lazio quando Klose, servito al millimetro da Candreva, spara alto l'unica occasione da gol costruita dai biancocelesti. La rete, stavolta, sembrava quasi fatta. La zampata vincente, in altri momenti forse non sarebbe mancata. Candreva, poco preciso, viene richiamato in panchina. Al suo posto Ederson, al quale Reja chiede quei tagli e quegli affondi che al laterale romano in serata non sono riusciti. Ma la musica non cambia. Anzi, al 38' Kone, su assist di Diamanti, ha l'occasione di portare in vantaggio il Bologna. La sua girata nell'area piccola fa' la barba al palo alla destra di un Berisha battuto. Al 44' spazio per Onazi al posto di Gonzalez. È l'ultima nota della partita.

LAVORO - Per la Lazio c'è molto da lavorare. I giocatori non affondano come dovrebbero e non riescono mai ad attaccare gli spazi. Il gioco senza palla è quasi inesistente. In questo modo, risulta impossibile creare una trama offensiva. Il risultato è garantito solo dalle ottime prestazioni della difesa che, in due partite, con Berisha tra i pali, non incassa nemmeno una rete. Un po' poco per una squadra che, a detta della società, non ha bisogno di rinforzi. C'è comunque fiducia in Reja: la sua esperienza può aiutare in un momento difficile come questo. Ma senza un paio di colpi di mercato sarà molto difficile far tornare l'entusiasmo.


IL TABELLINO
BOLOGNA-LAZIO 0-0

Bologna (3-5-1-1): Curci; Antonsson, Natali, Cherubin (72' Cech); Garics, Christodoulopoulos, Pazienza, Kone, Morleo (79' Krhin); Diamanti; Bianchi.
In panchina: Agliardi, Stojanovic, Crespo, Radakovic, Laxalt, Perez, Acquafresca, Cristaldo, Moscardelli. Allenatore: Ballardini

Lazio (4-5-1): Berisha; Cavanda, Biava, Dias, Lulic; Candreva (72' Ederson), Gonzalez (89' Onazi), Ledesma, Hernanes, Felipe Anderson (46' Keita); Klose.
In panchina: Strakosha, Guerrieri, Pereirinha, Novaretti, Ciani, Vinicius, Biglia, Floccari, Perea. Allenatore: Reja

Arbitro: Domenico Celi (sez. Bari);
Assistenti: Longo, Manganelli;
IV Uomo: Di Liberatore;
ADD1: Damato;

Note: Ammoniti Kone (B), Pazienza (B), Ledesma (L), Biava (L)
Recupero: 2' st

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.