Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 27 gennaio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO – Tim Cup: la Lazio batte il Parma 2-1

Una doppietta di Perea qualifica i biancocelesti ai quarti di finale. Prossima avversaria la vincente tra Napoli e Atalanta

15.01.2014 - Simone Di Tommaso



CALCIO – La Roma espugna il Tardini e vola in vetta assieme al Napoli

Florenzi replica al vantaggio di Biabiany, Totti e Strootman chiudono la partita
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio, poker al Parma e secondo posto confermato

Parolo, Klose, Candreva e Keita firmano la vittoria che sancisce la retrocessione del Parma in Serie B
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Parma 4-0. Le pagelle biancocelesti

Tris di gol dal 10' al 16' del primo tempo: Parolo, Klose e Candreva. Entra Keita e fa il poker su traversone di...
Leggi l'articolo

CALCIO - Parma-Lazio 1-2. Le pagelle biancocelesti

Vittoria sofferta, annullato gol regolare al Parma. Infortunio grave per Braafheid. In rete Mauri e Anderson. Biglia il...
Leggi l'articolo

Lazio-Parma Tim Cup 2-1

Alla seconda di Reja all'Olimpico, i biancocelesti riescono a spuntarla contro il Parma e approdano, non senza difficoltà, ai quarti di finale della Tim Cup dove troveranno ad attenderli la vincente dello scontro tra Napoli e Atalanta. La Lazio giocherà in casa solo se affronterà i bergamaschi. Nell'altro caso, si prospetterà una difficile trasferta in terra partenopea.
Detentrice della Coppa, dopo la fantastica notte del 26 maggio, la Lazio onora la competizione e, con un undici rivoluzionato rispetto alla noiosa prova offerta in campionato contro il Bologna, stende gli emiliani e regala ai propri tifosi (accorsi solo in diecimila per l'occasione) un sorriso. Merito soprattutto di uno degli acquisti più enigmatici dell'estate, quel Brayan Perea bloccato già a febbraio ma arrivato proprio l'ultimo giorno di mercato al termine della trattativa sfumata per Yilmaz. Il colombiano si è dimostrato uomo di squadra e vero e proprio rapinatore dell'area di rigore. La sua doppietta risveglia la squadra dal torpore dell'ultima settimana e conferma di essere una scommessa vinta dalla coppia Lotito-Tare. Il ragazzo mette grinta e impegno. Il ragazzo ha talento, visione di gioco, fisico e tecnica, sicuramente deve ancora maturare e assegnargli da subito il titolo di vice-Klose può essere controproducente. Ma la vittoria non è solo merito suo. Tanta parte ha avuto la fortuna e la buona prestazione di elementi come Onazi e Felipe Anderson. Il Parma, dal canto suo, non ha saputo trasformare le evidenti occasioni da gol che sono capitate sui piedi dei suoi migliori giocatori, a partire da Cassano e Sansone.

LE FORMAZIONI - Reja schiera una formazione con nove calciatori diversi rispetto alla formazione "titolare". Davanti a Berisha, che sostituisce da qualche gara l'infortunato Marchetti, i quattro di difesa sono Konko e Radu sulle fasce, con Ciani e Novaretti centrali. Onazi e Biglia sono il raccordo tra difesa e centrocampo. In mezzo troviamo un inedito terzetto formato da Ederson, Keita e Felipe Anderson. L'unica punta è Perea. Donadoni risponde con un offensivo 4-3-3: il tridente offensivo è formato da Cassano centrale e da Biabiany e Sansone ai lati. A giudicare dai moduli, lo spettacolo sembrerebbe assicurato.

PRIMO TEMPO - Il clima è umido e freddo ma la Lazio riesce da subito a mostrarsi motivata e vogliosa. Già al 2' è Perea a mancare il gol del fulmineo vantaggio. Le squadre si affrontano a viso aperto, l'una a cercare le amnesie dell'altra. Ma sono i biancocelesti a rendersi più pericolosi dalle parti di Bajza. Ci prova Onazi in due occasioni da fuori area, al 15' e al 22', ma senza fortuna. Al 25' Felipe Anderson prova a concludere dalle parti della porta emiliana. Sulla respinta si avventa come un fulmine Perea che impatta benissimo e segna il gol del momentaneo vantaggio. La Lazio sembra ritrovare il sorriso. Ma il Parma non si fa mettere alle corde. Reagisce fin da subito e, dopo qualche tiepida occasione, riesce a trovare il gol del pareggio, complici le disattenzioni della retroguardia biancoceleste. Konko si fa trovare impreparato su un cross di Cassani: Biabiany, lasciato completamente da solo, ha il tempo di scivolare, rialzarsi e segnare il gol dell'1-1.

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo è meno vivace per la formazione di casa che lascia campo e iniziativa ai ducali. Le occasioni, tutte senza fortuna, sono più di una per il Parma. Reja capisce il momento ed effettua le tre sostituzioni possibili, mettendo in campo prima Cavanda per un Radu a rischio contrattura, poi Candreva per Ederson e, infine, Dias per un Novaretti con i Crampi. Al 61' è proprio l'esterno di Tor de' Cenci ad avvicinarsi al gol. Otto minuti più tardi Sansone manca, da pochi passi, la rete del vantaggio. La partita è completamente aperta. I tempi supplementari sembrano inevitabili. Ecco che, però, al primo dei tre minuti di recupero, Perea riesce ad agguantare un pallone nell'area di rigore e a trafiggere Bajza. 2-1 senza appello. La Lazio approda prosegue il suo cammino in Coppa Italia e approda ai quarti di finale.
RIPARTENZE - Le buone prestazioni di alcuni elementi poco utilizzati nell'ultimo scorcio di stagione fanno ben sperare. Reja dovrà ripartire da quanto di buono si è visto contro Inter e Parma, tenendo in conto quel che non ha funzionato in particolare a Bologna. Felipe Anderson, fallita la prima con Reja, ha dimostrato il proprio talento e di meritare più fiducia. Biglia ha commesso qualche errore di troppo in fase di appoggio e ha bisogno di ulteriori conferme. La vera lacuna si è manifestata in difesa, con Ciani e Novaretti davvero inaffidabili. Keita alterna scatti a disattenzioni, il ragazzo è acerbo ma ha grande classe da vendere e dovrà crescere con calma. Onazi non ha fatto rimpiangere l'assenza di Gonzalez e ha dimostrato anche notevoli capacità in fase di impostazione. Da tutto si dovrà ripartire già domenica in occasione della partita del lunch time contro l'Udinese.


IL TABELLINO
LAZIO-PARMA 2-1

Marcatori: 25' Perea (L), 43' Biabiany (P), 91' Perea (L)

Lazio (4-2-3-1): Berisha; Konko, Ciani, Novaretti (76' Dias), Radu (56' Cavanda); Onazi, Biglia; Felipe Anderson, Ederson (66' Candreva), Keita; Perea. In panchina: Strakosha, Guerrieri, Biava, Vinicius, Ledesma, Gonzalez, Klose, Floccari. All. Reja

Parma (4-3-3): Bajza; Cassani, Paletta, Felipe, Gobbi; Gargano, Marchionni, Parolo; Sansone, Cassano, Biabiany (66' Palladino). In panchina: Mirante, Coric, Mesbah, Lucarelli, Rosi, Kone, Acquah, Galloppa, Munari, Mendes, Amauri. All. Donadoni

Arbitro: Gervasoni (sez. Mantova);
Assistenti: Stallone, Preti;
IV Uomo: Tagliavento;

Note: Ammoniti Biglia (L), Felipe (P), Perea (L), Cassani (P)
Recupero: 3' pt, 2' st

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.