Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 27 settembre 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Lazio, Candreva e Keita trafiggono il Chievo

Prestazione maiuscola e corale dei biancocelesti che dominano il match. Reja e Bollini, grande saggezza tattica

02.02.2014 - Simone Di Tommaso



CALCIO - La Lazio affonda sotto la goleada del Chievo

Dopo tre gol dal Bayer Leverkusen ne arrivano quattro dai veronesi. La sconfitta porta Matri in prestito dal Milan
Leggi l'articolo

CALCIO - Chievo-Lazio 4-0. Le pagelle biancocelesti

Sconfitta sonora e imbarazzante per gli uomini di Pioli che, dopo soli 15 minuti, cadono sotto i pesanti colpi dei...
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Chievo Verona 1-1. Le pagelle biancocelesti

Klose, gol da campione del mondo. Paloschi sigla la rete del pareggio. Candreva mette il turbo ma non segna
Leggi l'articolo

CALCIO - La Lazio frena col Chievo, allungo fallito

Al gran gol di Klose risponde Paloschi. Biancocelesti buoni a tratti e sfortunati, tante le occasioni mancate
Leggi l'articolo

Keita e Candreva a Chievo Verona

LA CURA - La settimana ormai alle spalle è stata una di quelle più difficili degli ultimi anni. La cessione di Hernanes all'Inter negli ultimi giorni del calciomercato, la durissima contestazione della tifoseria nei confronti della società e il rifiuto da parte di alcuni calciatori a vestire la casacca biancoceleste (Matri, Quagliarella, Anelka, Giovinco, Biabiany) hanno fortemente scosso l'ambiente e leso l'immagine della società. La squadra avrebbe potuto risentirne e in molti si chiedevano come il gruppo avrebbe metabolizzato la mancanza del campione brasiliano. I timori, almeno nell'immediato, sono stati dissipati. La cura Reja-Bollini continua a dare i suoi frutti. Lo stato psicologico della squadra si sta riavviando nel migliore dei modi dopo le disastrose prestazioni sotto la guida Petkovic. La seconda vittoria consecutiva in trasferta contro una buona squadra come il Chievo Verona si rivela estremamente importante per il prosieguo in campionato.

LE FORMAZIONI -Reja schiera il 3-4-2-1. Berisha continua a sostituire ottimamente (l'infortunato?) Marchetti. Davanti a lui Biava, Dias e Radu. A centrocampo la doppia regia Biglia-Ledesma con Lulic e Cavanda sulle fasce. Davanti, Keita e Candreva a supporto di Klose. Corini risponde con un 3-5-2, tradotto mi copro per ripartire. Le punte di diamante sono Paloschi e Thereau.

PRIMO TEMPO - I biancocelesti entrano subito in partita, facendo intendere di voler indirizzare il match secondo i propri intenti. Al 6' un Keita in grande spolvero viene servito da Lulic, si invola sulla fascia sinistra, semina un paio di avversari e mette al centro un pallone perfetto per Candreva che, solo davanti a Puggioni, stoppa di destro e sgancia un potente sinistro che porta in vantaggio i biancocelesti. Il ragazzo di Tor de' Cenci segna la settimana marcatura in campionato e si conferma come il capocannoniere della squadra. Il Chievo, quasi impietrito, cerca di andare un po' in avanti, ma senza fortuna. Al 13' Klose manca per un soffio il gol del raddoppio. Al 30' Candreva, su punizione, prende in peno volto Dias (che poco dopo si accascia a terra) e la palla si impenna andando a stamparsi sulla traversa. Tre minuti più tardi non riesce ad alzare il pallone davanti a Puggioni che respinge con il corpo. La partita è a senso unico. I biancocelesti giocano un ottimo calcio. La coppia argentina di centrocampo viaggia su livelli di grande intensità: Biglia e Ledema difendono, arginano e costruiscono azioni.

SECONDO TEMPO - Nessuna sostituzione al rientro n campo. Al 54' Keita prova, con un grande colpo di tacco, a sorprendere l'estremo difensore gialloblu che devia in angolo. Per poco la prodezza non riesce. Poco più tardi, doccia fredda per Biglia che si fa ammonire per un fallo a gamba tesa in zona d'attacco. Diffidato, dovrà saltare il derby, un vero peccato. Lulic, qualche minuto dopo, manca il gol del raddoppio alzando sulla traversa l'assist perfetto di Candreva. Rete che arriva, al 70', per merito di Keita. Il ragazzo, vera stella emergente, si conferma il gioiello della squadra. Riceve palla da Ledesma e dal limite scarica un violento sinistro che, complice una deviazione di Canini, trafigge Puggioni. 2-0. Terzo gol in campionato per il campioncino della Lazio. La partita è virtualmente conclusa. A più riprese, Klose e Gonzalez, entrato in campo all'87' in sostituzione di Keita, provano a segnare il terzo gol, senza fortuna.

DERBY - Applausi a scena aperta per Keita, Candreva e Biglia. Le loro prestazioni sono state davvero superlative. Il merito va a Reja che ha saputo riportare entusiasmo e fiducia nel gruppo e, con la fruttuosa collaborazione di Bollini, proporre un assetto tattico che valorizza le caratteristiche di ogni interprete. Con 31 punti in classifica, il piazzamento per l'Europa League non è una chimera. La (purtroppo tardiva) sostituzione di Petkovic con Reja è stata la mossa che ha risvegliato tecnicamente e psicologicamente il gruppo. Sono cinque i risultati utili consecutivi in campionato, frutto di tre vittorie, di cui due in trasferta, e di due pareggi. Il bottino è pesante, soprattutto se si pensa di aver incontrato squadre del calibro di Inter, Udinese e Juventus. La prossima settimana i biancocelesti sono attesi dalla partita delle partite, un derby in casa contro la Roma che, grazie al maltempo e agli errori in fase di rimozione dei teloni protettivi (l'acqua che vi si era accumulata sopra è stata versata in campo) si è riposata. Sarà l'occasione giusta per ribaltare il risultato del derby di andata, anche se per la tifoseria biancoceleste il Derby di tutti i tempi è stato già vinto e archiviato il 26 maggio 2013. Smentendo prontamente le voci circolanti sui social network, la Curva Nord ha emanato un comunicato estremamente duro nei confronti della dirigenza biancoceleste che si conclude con la chiara intenzione di sostenere la squadra: "... teniamo a precisare, per chi ancora non l'avesse capito e scrive di fantomatiche iniziative su Fb, per il derby saremo TUTTI presenti, per stringerci con il veleno intorno alla squadra e condurla alla vittoria. In Lazio - Sassuolo, come già stabilito, uniti e compatti esprimeremo tutto il nostro dissenso verso questa sottospecie di dirigenza. AVANTI LAZIO!". L'augurio è che il derby si svolga in un clima di vero sostegno sportivo, questa squadra non merita certamente contestazioni - anche se rivolte alla presidenza - mentre starà disputando una delle più importanti partite del campionato. I ragazzi hanno bisogno, ora più che mai, di sentire il calore del pubblico attorno a loro. Ci sono tutte le possibilità per poter far bene. Tranquillità, coscienza nei propri mezzi e mentalità di squadra devono essere, da qui alla fine della stagione, le caratteristiche degli uomini di Reja. Nessuno deve tirarsi indietro.

 

IL TABELLINO

CHIEVO-LAZIO 0-2
Marcatori: 6' Candreva (L), 70' Keita (L)

Chievo (3-5-2): Puggioni; Frey, Dainelli (18' Canini), Cesar; Sardo, Bentivoglio (62' Pelissier), L. Rigoni, Hetemaj (44' Radovanovic), Dramé; Paloschi, Thereau.
In panchina: Agazzi, Squizzi, Bernardini, Rubin, Canini, Claiton, Radovanovic, Lazarevic, Kupisz, Pellissier, Stoian. Allenatore: Corini

Lazio (3-4-2-1): Berisha; Biava, Dias, Radu; Cavanda, Ledesma, Biglia, Lulic; Candreva (92' Crecco), Keita (83' Gonzalez); Klose (88' Perea).
In panchina: Marchetti, Strakosha, Pereirinha, Novaretti, Cana, Onazi, Crecco, Felipe Anderson, Perea. Allenatore: Reja

Arbitro: Carmine Russo (sez. Nola);
Assistenti: Costanzo, Meli;
IV Uomo: Marzaloni
ADD1: Ostinelli
ADD2: Saia
Note: Ammoniti Biglia (L), Radovanovic (L), Frey (C)
Recupero: 3' p.t., 3' s.t.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.