Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 15 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Juventus annienta l'Inter. Crolla il Napoli, risale la Lazio

L'Udinese torna a vincere. Roma-Parma rinviata per maltempo a data da destinarsi. Catania e Livorno si condannano a vicenda

02.02.2014 - jacopo fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La stagione dei record va in archivio

Ora Mondiali e mercato. Cerci butta via l'Europa; vi spieghiamo perché il nostro calcio è così in...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Alla Juve lo scontro diretto. Fiorentina e Inter in Europa

Verona, campionato rivelazione. Crollo Milan, fallimento Lazio. Tutto deciso in coda: salutano Livorno, Catania e...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Roma crolla a Catania: scudetto alla Juve

Derby al Milan. Lotta serrata per l'Europa League. Ma il weekend del calcio ha registrato ben altro che risultati
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Juve PogVa ma la Roma non molla

Inter, passo importante per l'Europa. Il Milan si avvicina. Pari spettacolo tra Lazio e Torino. Sassuolo e Catania...
Leggi l'articolo

Serie A

Non gioca la Roma; campo impraticabile. Partita rinviata a data da destinarsi. E così la Juve può affrontare il derby d'Italia senza la pressione di conoscere il risultato delle inseguitrici. È un monologo bianconero allo Juventus Stadium. Handanovic fa almeno 4 miracoli, nulla può sui gol di Lichtsteiner, Chiellini e Vidal. I tifosi dell'Inter sperano di non dover tirar fuori il pallottoliere, e la squadra di casa sembra fermarsi. Si ferma in tutti i sensi; non infierisce ma nemmeno gestisce. Rolando riapre la partita, e Palacio due volte rischia seriamente di fare il 3-2 che regalerebbe gli ultimi cinque minuti da infarto. Finisce invece con un più semplice 3-1 e con una vittoria che non è mai stata in discussione.

Roma fermata dal maltempo, è il Napoli il protagonista della giornata. Protagonista in negativo. A Bergamo, campo tradizionalmente ostico per i partenopei, la squadra di Benitez si presenta senza Hamsik e Higuain (turnover per la semifinale di Coppa Italia) e il gioco ne risente pesantemente. Reina, distratto forse dai tanti commenti su twitter, non vede un innocuo tiro di Denis e spiano la strada ai padroni di casa. Che raddoppiano sempre col Tanque e chiudono con Maxi Moralez. 3-0 che non ammette repliche.

Fiorentina e Milan hanno giocato sabato. Alle 18 i viola a Cagliari senza mezza formazione titolare tra infortuni e turnover. Qualsiasi squadra senza Gomez, Rossi, Borja Valero, Cuadrado e Tomovic ne risentirebbe. La partita è brutta. Zero tiri, zero occasioni. Il Cagliari vince grazie a un rigore, stavolta netto, realizzato da Pinilla dopo uno sciocco fallo di Roncaglia su Sau. Restano tre i punti dalla zona Champions.

Più divertente invece la partita del Milan. Il modulo di Seedorf è: 5 attaccano e cinque difendono. Il Torino gioca in contropiede e va in vantaggio con Immobile (che a San Siro l'anno scorso ha segnato un gol simile) che salta Bonera e lo lascia... immobile, appunto. Farnerud cinque minuti dopo potrebbe raddoppiare e chiudere la partita su splendida trivela di Cerci (la prima e forse unica vera trivela che si ricordi a San Siro). Ma da centimetri zero, riesce a non inquadrare nemmeno la porta e mandare alto sulla traversa. Nella ripresa il Milan pareggia con Rami, ma questa volta la magia del gol nel finale non riesce e il match finisce 1-1.

Risale la Lazio che arriva nelle migliori condizioni al derby di domenica prossima. Con Reja i biancocelesti non perdono più, e orfani di Hernanes trovano contro il Chievo il coraggio di lanciare definitivamente Keita. Un gioiello della primavera che fa l'assist per il gol di Candreva e firma poi il raddoppio che chiude la partita. Tre vittorie e due pareggi per il tecnico friulano e biancocelesti che si inseriscono prepotentemente nella rincorsa per un posto in Europa League.

Il Sassuolo con sette giocatori nuovi (più l'allenatore, Malesani) non riesce a battere il Verona in casa. 2-1 per gli scaligeri che approfittano di un autogol di Manfredini e di uno stupendo pallonetto di Toni. AL 94' inutile il gol di Floro Flores.

L'Udinese torna alla vittoria, espugnando 2-0 il Dall'Ara, grazie ai gol di Di Natale (su rigore) e di Nico Lopez in pieno recupero.

Catania e Livorno si autocondannano. Il pareggio è il risultato che non serve a nessuno e affossa entrambe. Emeghara non segnava da settembre e si riscopre bomber segnando due gol (uguali) e procurandosi un rigore trasformato da Paulinho. Il Catania, per tre volte, riesce sempre a trovare il pari: tre gol tutti argentini prima con Bergessio, poi con Barrientos e poi con Almiron appena entrato.
Serie B sempre più vicina.

Posticipato il derby di Genova. Perché lunedì? Il prefetto dice per la concomitanza con la fiera di Sant'Agata (età media cinquanta anni). Le malelingue dicono perché gli ultras altrimenti avrebbero disertato la partita. Chi ha ragione? Ai posteri...

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.