Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 03 giugno 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Napoli-Lazio 4-2. Le pagelle biancocelesti

Bene Felipe Anderson, inspiegabile la sostituzione con Novaretti che fa fare due gol a Higuain. Lulic il migliore, corsa e gol. Reja sbaglia i cambi

13.04.2014 - Alessandro Staiti



CALCIO - Impresa Lazio: Napoli battuto in casa. Ora il preliminare di Champions League

Tanti errori in campo. Parolo segna e poi si fa espellere. Higuain sbaglia un rigore che non c'è. Pioli...
Leggi l'articolo

CALCIO - Napoli-Lazio 2-4. Le pagelle biancocelesti

In vantaggio con Parolo e Candreva, la Lazio si fa raggiungere da una doppietta di Higuain. La vittoria con i gol di...
Leggi l'articolo

CALCIO - TIM CUP - Una grande Lazio elimina il Napoli

Senad Lulic si conferma il giocatore giusto al momento giusto. Suo il gol del definitivo 0-1. Biancocelesti in finale
Leggi l'articolo

CALCIO - TIM CUP - Napoli-Lazio 0-1. Le pagelle biancocelesti

Gol di Lulic su assist di Felipe Anderson e la Lazio passa in finale. I biancocelesti si dimostrano superiori sul campo
Leggi l'articolo

Lulic gol al Napoli

Berisha 6: bene al 29' quando, prima parata, devia in angolo un buon diagonale di Pandev sfuggito a tutto il settore difensivo di destra. Non può arrivare sul gran tiro del pareggio di Mertens. Grande intervento di piede su Higuain solo davanti a lui, ma in fuorigioco. Salva la Lazio dal quarto gol del Napoli al 67' con un doppio intervento in uscita. Gran parata al 70' su un tiro da fuori di Insigne.

Ciani 6: ottima e pulita la sua chiusura su Insigne al 30. Sbroglia anche qualche altra situazione avvalendosi del fisico imponente. Bene nel finale di partita, quando la Lazio tenta di riacciuffare il pareggio.

Cana 4: ammonito al 12' quando atterra davanti all'area di rigore Higuain lanciato a rete, ammonito nuovamente al 48' quando atterra Mertens in area e procura il rigore del 2-1. Lascia la Lazio in 10.

Radu 6: fa buona guardia dalla sua parte e il Napoli preferisce infatti attaccare dall'altra. Attivo anche in avanti, dove fa quel che può.

Konko 4,5: non al meglio della condizione. Tutte le azioni del Napoli sfondano da quella parte, il gol di Mertens del pareggio al 42' nasce da un suo errore in fase di rinvio. Buca l'impossibile, mandando sempre in affanno la retroguardia biancoceleste. Lento e impacciato, Reja lo sostituisce con Cavanda (s.v.), al 28' della ripresa.

Onazi 6,5: sulla scia delle sue ultime prestazioni, sembra che la sua crescita abbia subito una lieve flessione. Non disputa una brutta gara, ma non eccelle. Si distingue per un buon tiro potente da fuori, che prende l'effetto a uscire proprio davanti a Reina. Cresce vistosamente da quando la Lazio resta in 10 e sigla il gol del 3-2, su un suggerimento di Ledesma, smarcandosi la difesa avversaria e anche Reina che lo contrasta di piede.

Ledesma 6: sbaglia in apertura facili smistamenti a centrocampo, non eccelle come al suo solito. Piuttosto nervoso da qualche tempo, è protagonista di un capannello al 46' con Mertens e Banti ammonisce entrambi. Ledesma chiedeva l'ammonizione per un fallo di poco precedente che aveva fermato un Anderson, spostato a destra, e lanciato in attacco.

Lulic 7: è diventato il goleador della Lazio. Nella sua nuova collocazione da mezzala eccelle negli inserimenti e manda in confusione le difese avversarie. Peccato che il suo gol del vantaggio resti un episodio isolato nello score della Lazio che si fa rimontare senza appello.

Candreva 5: un po' di approssimazione iniziale, forse troppa foga. Si muove, si danna, ma si intestardisce a battere le punizioni, come quella sprecata in cielo al 65' da posizione invitante. Spreca ancora al 78' quando potrebbe servire Ledesma libero sul secondo palo e preferisce invece un improbabile diagonale che va direttamente in fallo laterale dalla parte opposta.

Mauri 6: mobile e come sempre molto intelligente tatticamente, sembra a suo agio nella posizione di falso nueve. Disputa un buon primo tempo, Reja lo sostituisce con Postiga dopo pochi minuti che la Lazio resta in 10.

Postiga 5: si vede che il portoghese ha qualità e si distingue subito per alcuni movimenti e suggerimenti, anche raffinati, per i compagni. Ma si vede anche che non ha sprint nelle gambe. Segna all'89' il gol del 3-3 ma è in fuorigioco.

Felipe Anderson 6,5: sembra in forma e attento, si distingue per un'ottima chiusura difensiva all'8' e per una buona conclusione al 18' che si alza di poco sulla traversa... corsa e movimento, bene Felipe! Al 30' in area va via a Mertens e il Napoli si salva solo per un intervento superiore di Reina, di piede in corner. Uno dei migliori dei biancocelesti e risulta incomprensibile la sua sostituzione con Novaretti al 63'. Del resto la filosofia di Reja è nota.

Novaretti 3: entra e fa subito segnare Higuain. Al 95' fa fare la tripletta a Higuain. Non merita altri commenti.

Reja 4: schiera gli uomini che gli restano a disposizione, dando fiducia nuovamente a Felipe Anderson che sostituisce l'infortunato Keita, e con Mauri (falso) centravanti. Lulic confermato interno a sinistra del centrocampo a tre, con Onazi a destra di Ledesma. In difesa ha a disposizione soltanto Ciani e Cana. L'impresa è ardua: superare il Napoli al completo con una Lazio rimaneggiata. Il pareggio del Parma nel lunch match è un'occasione ghiotta per fare risultato. E la squadra lo segue almeno nel primo tempo, anche se è evidente che la difesa è troppo debole e rimaneggiata per contrastare gli avanti azzurri. La tenuta crolla definitivamente quando Cana si fa espellere per doppia ammonizione e procura il rigore del Napoli. Qui l'allenatore dapprima sostituisce Mauri con Postiga (okay, ci può stare) e poi inspiegabilmente fa uscire Anderson, autore di un'ottima prestazione, per inserire Novaretti. Detto fatto, Novaretti si perde Higuain e il Napoli fa il 3-1. Ma cosa c'era da contrastare sul 3-1, carissimo mister?


IL TABELLINO
NAPOLI-LAZIO 4-2

Marcatori: 20'Lulic (L), 41'Mertens (N), 4'st Higuain (N) rig., 21'st Higuain (N), 36'st Onazi (L).

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Henrique, Britos, Albiol (1'st Fernandez), Ghoulam; Behrami, Jorginho (37'st Mesto); Mertens (20'st Callejon), Pandev, Insigne; Higuain. All.: Rafael Benitez. A disp.: Doblas, Colombo, Fernandez, Britos, Inler, Dzemaili, Hamsik, Zapata.

LAZIO (4-3-3): Berisha; Ciani, Cana, Radu; Konko, Onazi, Ledesma, Lulic (28'st Cavanda); Candreva, Mauri (12'st Postiga), Felipe Anderson (17'st Novaretti). All.: Edy Reja. A disp.: Strakosha, Guerrieri, Pereirinha, Crecco, Minala, Perea, Kakuta.

ARBITRO: Luca Banti (sez. Livorno). Assistenti: Costanzo, Grilli. IV uomo: Di Liberatore. Addizionali: Mazzoleni, Gervasoni.
NOTE. Ammoniti: Jorginho, Cana, Higuain, Mertens, Ledesma. Espulsi: 4'st Cana.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.