Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 25 settembre 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Lazio, all'Olimpico pareggio faticoso e forse inutile contro il Torino

I biancocelesti evitano la sconfitta con un gol di Candreva allo scadere dopo aver subito una tripla rimonta

20.04.2014 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Torino -Lazio 0-2. Le pagelle biancocelesti

Felipe Anderson ancora decisivo con una doppietta che spacca in due la partita. Marchetti risolutivo su Darmian
Leggi l'articolo

CALCIO - Doppietta di Felipe Anderson: la Lazio vince anche a Torino

Quinta vittoria consecutiva, continua l'ascesa biancoceleste verso la Champions. Roma a un solo punto
Leggi l'articolo

CALCIO - TIM CUP – La Lazio centra il passaggio ai quarti di finale

Con tre reti di Keita, Klose e Ledesma (su rigore) i biancocelesti prenotano il prossimo match contro il Milan
Leggi l'articolo

CALCIO - TIM CUP - Torino-Lazio 1-3. Le pagelle biancocelesti

Giocano le alternative, ma il doppio fattore K spedisce la Lazio ai quarti: Keita e Klose, poi Ledesma su rigore
Leggi l'articolo

L'Olimpico semi deserto

Sabato di Pasqua: la Lazio, interprete di una stagione sul filo della mediocrità si trova per l'ennesima volta a dover disputare una partita da dentro o fuori. La vittoria sul Torino permetterebbe di avvicinarsi in modo quasi determinante al sesto posto valido per la qualificazione all'Europa League. Una sconfitta allontanerebbe, invece, la squadra dalle posizioni che contano. Il risultato finale è un pareggio rocambolesco, un 3-3 dal retrogusto amaro, con la Lazio che agguanta il Torino al 94', dopo essere stata in vantaggio per ben due volte. Quindi, altro obiettivo non raggiunto.

SCHIERAMENTI - In un Olimpico semivuoto per la contestazione nei confronti della società e nonostante la promozione del Family Day (e infatti il settore distinti Sud era abbastanza popolato, Reja schiera un insolito 3-4-3 (era tempo che non si tornava alla difesa a 3, ma le defezioni si fanno sentire), con Mauri ancora una volta falso centravanti. In porta Berisha per un Marchetti neanche convoncato. La linea difensiva è composta da Biava, Novaretti e Radu. Anche il centrocampo è inedito: Ledesma e Biglia, con Cavanda e Lulic sulle fasce. Davanti spazio a Candreva, Mauri e Klose. Il Torino, tra le rivelazioni del torneo, è schierato dall'ottimo Ventura con il classico 3-5-2, che attende l'avversario e lo attacca dopo averlo invitato a scoprirsi con un buon possesso palla. La coppia d'attacco, orfana del bomber Cerci, è composta da Meggiorini (fresco della polemica con Mauri) e da Immobile.

IN DISCESA - Ai saluti iniziali telecamere fisse su Mauri e Meggiorini, le cui dichiarazioni infelici sul calcioscommesse hanno infastidito e non poco il capitano biancoceleste che, infatti, non gli stringe la mano. Pronti via, il Torino si rende subito pericoloso, complici le sbavature difensive di un Cavanda piuttosto distratto. I biancocelesti rispondono al 9': una doppia percussione Keita-Candreva. Ancora Keita offre una gran palla a Mauri che di testa manda alto sulla traversa. Il Torino risponde affacciandosi più di una volta dalle parti di Berisha. Cavanda sulla fascia, mai in partita, lascia ripartire più volte i granata perdendo ingenuamente palle a centrocampo. Al 29' è Keita, dopo una splendida cavalcata palla al piede, a impensierire Padelli: il suo tiro finisce di poco fuori. Reja capisce la difficoltà della squadra sulla fascia di Cavanda e decide di arretrare sulla linea difensiva l'esterno belga, passando da una linea a 3 ad una linea a 4. Al 37' l'ex romanista Bovo prende in pieno la traversa con una potente punizione. Preludio alla riscossa laziale. Radu, qualche minuto dopo, tenta il gol alla sua maniera di sinistro da fuori area, Padelli si salva in corner. Il vantaggio biancoceleste si concretizza al 42': punizione battuta da Biglia sulla destra, sponda aerea di Novaretti e bel colpo di testa ravvicinato di Stefano Mauri. 1-0 che chiude il primo tempo. La partita sembra in discesa per i biancocelesti.

IN SALITA - Come accade spesso negli ultimi tempi in casa Lazio, il ritorno in campo per la seconda frazione di gioco è sempre un problema. La squadra sembra passeggiare e con la mente ancora negli spogliatoi. Il Torino ne approfitta e al 52' Kurtic, su assist di Meggiorini, insacca alla destra di Berisha per il momentaneo pareggio. Passano nove minuti e un'azione personale di Keita obbliga il portiere granata al fallo in area. Calcio di rigore netto. Candreva si incarica della battuta e con un sorprendente cucchiaio porta di nuovo in vantaggio la Lazio. La partita non sembra avere momenti di tregua, tra capovolgimenti di fronte e improvvise azioni personali. Al 66' l'ex romanista Tachtsidis, a due minuti dal proprio ingresso in campo, sorprende Berisha e porta il Torino sul 2-2, complici le disattenzioni da manuale della difesa biancoceleste. Reja opera un paio di sostituzioni, che non si riveleranno del tutto felici: Postiga per Mauri (ma il portoghese dopo 10 minuti è completamente senza forze). Ottimo invece l'ingresso di Felipe Anderson per l'inconcludente Cavanda. Al 78' Novaretti, già ammonito per un'altra entrata piuttosto rude, commette un ingenuo fallo su Darmian davanti all'area di rigore. Secondo giallo e quindi rosso. Il centrale biancoceleste lascia i compagni in dieci. Per la Lazio aumentano le difficoltà. Dopo alcune azioni pericolose, il Torino riesce infine a trovare il vantaggio con un imprendibile Ciro Immobile che all'89' fredda Berisha. All'Olimpico il clima si fa pesante. Contestazioni nei confronti della società con la Tribuna Monte Mario in piedi ad applaudire ironicamente la dirigenza. I minuti di recupero sono quattro. A tempo ormai scaduto, Candreva riesce a trovare rocambolescamente il gol del definitivo pareggio, un 3 a 3 più amaro che dolce che nasce da un tiro poco indovinato, ma che si trasforma in assist involontario. di Felipe Anderson. Con la doppietta contro il Torino Candreva raggiunge Hernanes e Nedved nella classifica dei centrocampisti più prolifici della Lazio: 11 gol in campionato. Mica male.


LAZIO-TORINO 3-3
Marcatori: 42' Mauri (L), 52' Kurtic (T), 61' Candreva (L) rig., 66' Tachtsidis (T), 89' Immobile (T), 94' Candreva (L)

LAZIO (3-4-3): Berisha; Biava, Novaretti, Radu; Cavanda (71' Felipe Anderson), Biglia, Ledesma, Lulic; Candreva, Mauri (71' Helder Postiga), Keita (84' Pereirinha).
All.: Reja.

A disp.: Strakosha, Guerrieri, Ciani, Crecco, Minala, Onazi, Perea, Kakuta.

TORINO (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Maksiovic, Kurtic (64' Tachtsidis), Vives, El Kaddouri (90' Gazzi), Darmian; Meggiorini (79' Barreto), Immobile.
All.: Ventura.

A disp.: Berni, Barreca, Vesovic, Gyasi.

ARBITRO: Marco Guida (sez. Torre Annunziata). 

Assistenti: Bianchi; Manganelli.
IV uomo: Musolino. 
Addizionali: Orsato; De Marco.

NOTE. Espulsi: Novaretti (L) per doppia ammonizione. Ammoniti: Bovo (T), Lulic (L), Glik (T), Vives (T), Novaretti (L), Radu (L)
Recupero: 1' pt; 4' st

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.