Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 26 gennaio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Lazio corsara a Livorno con l'artiglieria leggera. Europa, spareggio infinito

Sbancato l'Ardenza con una prestazione discreta e senza bomber. Verona e Torino volano con Toni e Immobile

27.04.2014 - Francesco Di Cicco



CALCIO - Livorno-Lazio 0-2. Le pagelle biancocelesti

Candreva batte il record di Hernanes e Nedved, 12 gol in campionato. Mauri si conferma goleador. Bene Keita e Pereirinha
Leggi l'articolo

CALCIO- La Lazio sta con Petkovic: 2-0 al Livorno, doppietta di Klose

Determinata e convincente la prestazione del primo tempo. Ma quante rondini ci vorranno per fare una primavera?
Leggi l'articolo

CALCIO - Le pagelle di Lazio-Livorno 2-0

"Palla a Klose e s'abbracciamo": torna Miro e la Biancoceleste torna a vincere. Impegno e corsa per tutti, Ederson,...
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio ritrovata: all’Olimpico tornano Klose, la grinta e la vittoria

2-1 in rimonta per i biancocelesti contro il Catania, Candreva dal dischetto chiude la partita  
Leggi l'articolo

La Lazio festeggia a Livorno

EMERGENZA - Nella 35ma giornata del massimo campionato, allo stadio Ardenza di Livorno la Lazio regola la formazione amaranto col medesimo punteggio dell'andata, intravedendo ancora la possibilità di accedere a un piazzamento valido per l'accesso alla prossima Europa League. Venticinque punti per i padroni di casa, quarantanove per la squadra di Edy Reja alla vigilia, con il tecnico biancoceleste alle prese con le consuete, croniche defezioni. A casa Marchetti, Konko, Dias, Ederson, Klose, Postiga infortunati e con Radu e Novaretti squalificati, il mister biancoceleste fa di necessità virtù e presenta Berisha tra i pali, Pereirinha, Ciani, Cana e Lulic a comporre la linea difensiva, Onazi, Ledesma e Biglia, con Mauri a fare da guastatore, in mediana, Candreva e Keita incursori. Eccetto gli incerottati Biava e Gonzales, la giovanissima età dei calciatori in panchina è lo specchio fedele delle difficoltà incontrate dalla Lazio in stagione e un dato sul quale la società è chiamata a riflettere, soprattutto alla luce della vibrante contestazione che investe il suo presidente. A dirigere la contesa la Lazio ritrova Andrea De Marco, arbitro del 6 a 0 rifilato al Bologna quasi un anno fa.

NUVOLE E NOIA - In avvio il Livorno è aggressivo ma confusionario e già al 3' Candreva ne approfitta, insidiando la porta amaranto. Sul conseguente calcio d'angolo la volée di Mauri è vanificata da un fuorigioco di Cana. Al 12', dopo una serie di sbadataggini difensive biancocelesti, il Livorno bussa su calcio da fermo: gran colpo di testa di Emerson e miracolo di Berisha, che si immola sul palo per salvare il risultato. Appena un minuto dopo è Ciani a usare il mestiere per fermare Mesbah lanciato in area. Reja richiama i suoi e al 15' è Mauri a suonare la carica: cross profondo dalla sinistra di Lulic, errore di valutazione di Castellini e il mancino del capitano laziale sorprende Bardi sul primo palo, portando in vantaggio i suoi. Il gol consegna alla Lazio lo spartito preferito, fatto di costante fraseggio e ripartenze veloci. La reazione labronica si concretizza unicamente in un tiraccio dalla distanza dell'ex romanista Greco, che Berisha neutralizza alzando sulla traversa. Il Livorno è bloccato e dagli spalti iniziano a piovere i primi fischi. Ma la Lazio, come in altre occasioni, non approfitta degli evidenti sbandamenti amaranto e gioca con sufficienza, animandosi solo al 38' grazie a una cannonata di Biglia dalla distanza deviata in angolo da Bardi. Reja richiama continuamente i suoi a tenere alta la soglia della concentrazione ma Biglia non lo ascolta al 44', regalando una monumentale occasione agli avversari: palla persa banalmente, Siligardi si invola ma non serve Paulinho, solissimo davanti Berisha, consentendo a Ciani un recupero miracoloso. Termina la prima frazione di gioco.

INERZIA - Alla ripresa delle ostilità, Nicola cerca di cambiare le carte modificando l'assetto tattico dei suoi ma il copione non cambia. Dopo una serie di pericoli per la porta di Bardi, al 48' De Marco, poco coadiuvato nell'occasione dal suo assistente, sanziona un intervento di mano molto dubbio di Rinaudo in area. Il rigore di Candreva ha il sapore della sentenza per il Livorno. Palla nell'angolo alla sinistra di Bardi che intuisce ma non ci arriva. 2 a 0 per la Lazio e sulla permanenza del Livorno in serie A si addensano nuvole sempre più nere. Al 60' Keita raccoglie i benefici degli ampi spazi lasciati dai toscani: per due volte il ragazzo scalda i guanti di Bardi, seguito in modo velleitario da Onazi al 61'. I cursori biancocelesti dilagano e al 63' Bardi è bravo e fortunato a ritrovarsi tra le mani un tiro ravvicinato di Onazi, smarcato da Candreva. Al 66' incredibile errore arbitrale: Keita, lanciatissimo, viene fermato dall'assistente di De Marco, Liberti, per un fuorigioco inesistente: lo spagnolo è partito dalla propria metà campo! Al 70' Reja esclude Onazi in luogo di Gonzalez, consentendo all'uruguaiano di riassaggiare il clima della gara. Al 73' Bardi sventa a terra un'incursione di Candreva, sostituito al minuto 80 da Felipe Anderson. E all'83' il portiere labronico è ancora bravo a neutralizzare la caparbia iniziativa del neoentrato brasiliano. All'87' fuori Keita per Perea, evidente tentativo di concedere minutaggio a tutti i giocatori in vista del rush finale. Finisce qua, con l'invito per la fischiatissima truppa livornese di andare a lavorare da parte dei tifosi amaranto.

SPAREGGIO - Quinta vittoria esterna per la Lazio, ma l'arrendevolezza del Livorno ha facilitato oltremisura il compito degli uomini di Reja, chiamati ora allo spareggio contro un Verona in palla, che nel lunch-match di giornata ha demolito il Catania grazie a super Toni, capocannoniere del torneo finché la Lega Calcio non gli annulla una delle due reti classificandola come autogol del portiere avversario. Reja tenterà di recuperare qualche titolare per contrastare efficacemente la squadra scaligera, ancora una volta in un Olimpico semideserto. Una constatazione: tra le squadre cinque formazioni alla ricerca del sospirato sesto posto, appare evidente come bomber quali Toni o Immobile, ma anche Balotelli, coi suoi chiaroscuri, abbiano contribuito alla rispettive fortune. L'avvento di Reja ha prodotto un deciso miglioramento in termini di organizzazione di gioco, ma contro cannonieri veri e certificati, la Lazio può opporre i 12 di Candreva, un centrocampista, con Klose fermo da tempo a quota 7. Si parla sovente delle omissioni difensive biancocelesti, ma cosa sarebbe stata la stagione laziale con un attaccante prolifico? Chiusura con le interpretazioni arbitrali televisive del solito Paparesta, che in sede di analisi sottolinea ben 3 (!) situazioni in area laziale omettendo di mostrare l'incredibile stop a Keita, lanciatissimo verso la porta livornese per un fuorigioco "fantasioso". Ammettere la generosità del rigore concesso alla Lazio è cronaca, omettere il secondo episodio rappresenta qualcos'altro. Di fronte alla squadra di Mandorlini la squadra di Reja dovrà dare il massimo per ottenere un risultato positivo, altrimenti sarà già tempo di bilanci. Severi.


IL TABELLINO
Livorno 0-2 Lazio
Marcator
i: 15' Mauri (La), 51' rig. Candreva (La)

Livorno (4-3-3): Bardi; Valentini (79' Bruzzi), Rinaudo, Emerson, Castellini (63' Piccini); Duncan, Biagianti, Greco (53' Belfodil); Paulinho, Siligardi, Mesbah. A disposizione: Aldegani, Anania, Gemiti, Tiritiello, Coda, Benassi, Mosquera, Bartolini, Borja. Allenatore: Nicola.

Lazio (4-3-1-2): Berisha; Pereirinha, Ciani, Cana, Lulic; Onazi (71' Gonzalez), Ledesma, Biglia; Mauri; Candreva (81' Anderson), Keita. A disposizione: Strakosha, Guerrieri, Serpieri, Cavanda, Crecco, Minala, Kakuta, Perea. Allenatore: Reja.

Arbitro: De Marco
Guardalinee: Giachero e Liberti
IV Uomo: Crispo
Addizionali: Giacomelli e Aureliano.
Ammoniti: Rinaudo (Li), Bardi (Li), Mesbah (Li), Pereirinha (La)

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.