Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 09 agosto 2020

  • MP News
  • Sport

LIVE - Fabio Frizzi "Rewind"

Amarcord elegante, ironico e ispirato in cui il musicista ripercorrere le tappe fondamentali della propria carriera

16.05.2014 - Luca d'Alessandro



CALCIO - Liverani: "Promossi Pioli e Biglia. F. Anderson? Cavani il primo anno fu bocciato"

AI microfoni di Radio IES l'ex regista biancoceleste: "Contro il Milan una buona Lazio condannata dagli episodi"
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma- Hellas Verona 2-0. Le pagelle giallorosse

Florenzi entra e sblocca un match difficile, l'eurogol di Destro lancia la Roma in vetta alla classifica
Leggi l'articolo

Una scena del concerto

REWIND - Mercoledì 14 maggio 2014 si è svolto al Teatro Golden di Roma il concerto di "Fabio Frizzi Rewind", un amarcord in cui ripercorrere le tappe fondamentali della propria carriera di musicista. Passioni e ispirazioni musicali sono presentate con la sua bonaria ed elegante ironia in un clima di complicità con il pubblico che entra subito in sintonia con l'artista, abile a coinvolgerlo in maniera semplice e garbata. La sua prima fonte di ispirazione non potevano non essere i Beatles, nella figura di Paul McCartney. Si parte da "Eleanor Rigby" (traccia numero due dell'album "Revolver") "Junk" ( singolo che sarebbe dovuto essere inserito in "White Album" e "Abbey Road", poi finito nel suo primo album solita) fino "My Valentine" singolo del 2012.

ISPIRAZIONI - I ricordi volano a quei primi anni '60 quando Fabio annunciò al padre che la musica sarebbe stata la sua compagna di vita. La fatica di raggiungere qualche piccolo traguardo e la gioia di collaborare già da giovanissimo nei primi anni '70 con grandi nomi del cinema e dello spettacolo. Fra tanti nomi importanti spicca quello di Lucio Fulci col quale Frizzi ebbe lunga collaborazione di grandi successi essendo l'autore di tante colonne sonore dei suoi film. Collaborazione ricordata con successo in un recente spettacolo alla Union Chapel di Londra. Come non menzionare l'altra fonte di ispirazione e grande passione di Frizzi: J.S. Bach. Rivisitato in una versione jazz molto originale. Anche il grande De Andrè occupa un posto in questo rewind e viene ricordato con una perla come "La canzone dell'amore perduto". Nella seconda parte, in un crescendo di simpatiche emozioni, arrivano le colonne sonore del primo "Fantozzi" e del "Secondo tragico Fantozzi", "Febbre da cavallo" e la "Mandrakata", quelle della fortunata serie del "monnezza" con Tomas Milian, per passare alle tante colonne sonore di fiction televisive. Rewind è il racconto di una lunga carriera che ha permesso a Frizzi di conoscere e collaborare con i più grandi professionisti del mondo dello spettacolo, non solo italiano.

 

RIBOT
presenta

FABIO FRIZZI REWIND
suono di Giuseppe Meddi
violino Elvin Dhimitri viola Marta Cosaro
contrabasso Doriano Roccon batteria Davide Pentassuglia
piano Ettore Gentile sax e clarinetto Simone Salza


(Ha collaborato Gloria Corradini)

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.