Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 15 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - È già corsa a due: Juve e Roma a braccetto

Il crollo dell'Inter, i pareggi di Fiorentina e Milan, bene l'Udinese. Le vittorie in trasferta di Napoli e Lazio

30.09.2014 - jacopo fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Juve spietata: bianconeri a più tre

Roma bloccata dalla Sampdoria. Si conferma la Lazio; risalgono Inter e Napoli. Parma in crisi nera
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Juve-Roma 3-2 tra le polemiche

Totti attacca e la signora Agnelli risponde. Vincono Napoli, Lazio e Fiorentina. Milan ok, Inter ko
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - In testa vince solo la Juve; primo posto per i bianconeri in attesa di Roma-Cagliari

Crisi nera per Milan e Lazio, Napoli e Fiorentina perdono contro Parma e Udinese. Il Bologna ferma l’Inter
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Roma 10 e lode. Napoli e Juve reggono

Si staccano Fiorentina e Inter, pari della noia tra Milan e Lazio. Continua a sorprendere il Verona
Leggi l'articolo

Logo Serie A Tim


LOTTA A DUE - Tra le tante cose che ha detto fino ad ora il campionato, solo una è incontrovertibile: la lotta scudetto sarà a due. Non c'è spazio per il Napoli (lontano già otto punti dal duo di testa), né per le milanesi (sette i punti di distacco), né per la Fiorentina sempre alle prese con gli infortuni di Rossi e Gomez.
Cinque partite, cinque vittorie, e un solo gol preso per le due migliori rappresentanti del nostro calcio. Pensare che crollino è francamente un esercizio mentale molto difficile. Anzi, probabilmente anche quest'anno si arriverà intorno ai cento punti, perché a veder giocare le altre sono veramente poche le partite insidiose per queste due corazzate.

JUVE-ROMA - La prossima giornata il primo (e unico) big match: allo Juventus Stadium si gioca per lo scudetto, per dare quello strappo che potrebbe voler dir tanto a livello mentale, più che a livello di punti. Soprattutto se vincesse la Juve. Dopo le due vittorie dell'anno scorso, 3-0 in casa e 0-1 fuori, i bianconeri se vincessero potrebbero insinuare nella mente della squadra di Garcia che sì, effettivamente sono più forti e quindi che stargli dietro anche quest'anno sia molto complicato.
Verranno tutte e due da un turno infrasettimanale di fuoco: Roma a Manchester contro i Citizens e Juve a Madrid contro l'Atletico. Di turnover, crediamo, se ne vedrà molto poco.

CROLLANO LE INSEGUITRICI - L'Inter da molti accreditata come potenziale terza forza, prende 4 - e dico 4 -gol dal Cagliari (che non batte in casa dal 2011) che finora aveva fatto tre gol e un punto nelle giornate precedenti. È una squadra troppo discontinua e distratta quella di Mazzarri per pensare che possa dar fastidio alle due di testa. Idem con patate il Milan, che pur aveva cominciato bene. Due belle vittorie con Lazio e Parma avevano un po' illuso i rossoneri che alla prima sconfitta (con la Juve per carità) si sono sciolti, raccogliendo due pareggi con le neopromosse Empoli e Cesena.
Il Napoli vince a Sassuolo ed esce da una minicrisi che, dopo l'uscita dalla Champions, lo aveva visto raccogliere 4 punti in 4 giornate (giocando con Chievo, Palermo, Genoa e Udinese). Il clima non sembra essere dei migliori intorno a Benitez e si parla già di successori (Mancini o Montella per la prossima stagione). La Fiorentina, complici gli infortuni di Rossi e Gomez, a cui si è aggiunto nell'ultima partita anche quello di Cuadrado, non gioca più come gli anni passati, sembra lenta e involuta e ciò ha portato a due gol in cinque partite; troppo poco per pensare di poter essere nelle parti alte della classifica.

SORPRESE - L'applauso di questa giornata va all'Udinese di Stramaccioni: 4 vittorie e una sconfitta (con la Juve mica col Martina Franca), segno che il ragazzo ha la stoffa dell'allenatore e che forse iniziare ad allenare una delle Inter più disastrate degli ultimi dieci anni non è stata la scelta giusta. E se ci resta tempo di applaudire, e ci deve restare tempo e voglia di applaudire, non possiamo non citare Di Natale; l'eterno Di Natale, che anche ieri con la sua doppietta di classe ed eleganza si avvicina ancora di più a quota 200 gol in serie a.
Male il Parma che l'anno scorso aveva una delle difese più solide e quest'anno ha già incassato 14 gol in cinque partite.
Risorge la Lazio, dopo due sconfitte di fila, andando a vincere 4-0 sul campo del Palermo, che comunque fino al raddoppio (che poi sarà tripletta) di Djordjevic, non avrebbe demeritato il pareggio.
Pareggio di poco spettacolo tra Chievo ed Empoli: 1-1, a Meggiorini risponde Pucciarelli.
Settimana di coppe e di scalata al ranking: nel primo turno, tutte vittorie per le italiane ad eccezione del Torino che ha portato via comunque un buon punto dal campo del Bruges. Speriamo di poter replicare e di vedere le nostre squadre andare avanti per dare nuovo lustro al nostro calcio.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.