Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 23 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Roma, primo ko stagionale; vince la Juve tra le polemiche

Quando tutto sembra presagire un pareggio, Bonucci allo scadere ridisegna la classifica. Rocchi rovina la gara

06.10.2014 - Alfonso Cerani



CALCIO - Juventus-Roma 3-2. Le pagelle giallorosse

Iturbe ripaga la fiducia di Garcia, Pjanic e Gervinho sprecano, Manolas perde la testa
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma: Pjanic e Dzeko relegano la Juve all'ultimo posto

Grande prova dei giallorossi alla prima vittoria in campionato. Campioni d'Italia sovrastati sul piano del gioco
Leggi l'articolo

CALCIO - Pari tra Roma e Juventus, non si riapre il campionato

Gara opaca e senza mordente. Tevez spaventa i giallorossi su punizione, Keita risponde di testa
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma-Juventus 1-1. Le pagelle giallorosse

La Roma pareggia in inferiorità numerica. Keita trascina, Manolas un muro. Gervinho e Pjanic impalpabili
Leggi l'articolo

La rabbia di Totti dopo il rigore

Doveva essere la festa dello sport, una partita che tutti aspettavano di vedere, anche i tifosi delle altre squadre. Ma così non è stato. I gol e le emozioni non sono certo mancati, ma il caos e il nervosismo hanno avuto la meglio. Complice l'arbitro incapace di gestire una gara che richiedeva la giusta tranquillità e la massima attenzione. Il testa a testa verrà ricordato più per le espulsioni e i rigori dati (inesistenti), quando invece si sarebbe potuto gioire per i gol e le belle giocate, e la perfetta cornice di pubblico, degna di uno scontro tra titani.

LE FORMAZIONI - La Roma si presenta allo Juventus Stadium con il solito 4-3-3 caro a Garcia. Numerose le defezioni, ma anche un rientro là davanti. Skorupski in porta prende il posto dell'acciaccato De Sanctis; la novità principale in difesa è l'esclusione di Cole. Al suo posto Holebas, che aveva già esordito contro il Parma. Coppia centrale Manolas/Yanga-Mbiwa, con Maicon sulla destra. Non c'è un momento di pausa per i tre di centrocampo, Keita-Pjanic-Nainggolan, chiamati a un super lavoro per arginare gli attacchi juventini. Tridente formato da Totti-Gervinho e, a sorpresa, Iturbe, acquisto d'estate soffiato proprio alla Juventus. Tra le fila bianconere si rivedono Pirlo e Asamoah, mentre il resto della squadra è quello che ha battuto l'Atalanta.

IL MATCH - La partita è infuocata fin dall'inizio. La posta in gioco d'altronde è altissima. Ne fa le spese Garcia, espulso dopo neanche 25'. L'arbitro non manda giù un inequivocabile gesto del violino ai suoi danni da parte del tecnico francese. L'episodio che ha scatenato le polemiche è stato il calcio di rigore concesso per un mani di Maicon in area (che lo fosse davvero è in dubbio però), su una punizione di Pirlo. Tevez trasforma e Garcia si accomoda in tribuna. Tre minuti dopo, l'arbitro compensa il favore. Atterramento di Totti in area da parte di Lichtsteiner (ma è il capitano giallorosso a iniziare la strattonata sullo juventino) e secondo rigore in mezz'ora di gioco. Dal dischetto, lo stesso Totti fa 1-1. Ma le emozioni non sono ancora finite. Al 44' ci pensa Iturbe a mandare in estasi i duemila tifosi romanisti giunti a Torino. Azione di Gervinho sulla destra, taglio di Iturbe servito alla perfezione dall'ivoriano e gol del vantaggio per la Roma. Quando tutti si apprestano a rientrare negli spogliatoi, ecco nuovamente l'arbitro protagonista. Pogba prova a incunearsi in area, ma viene fermato al limite da un intervento in scivolata di Pjanic. Rocchi non ha dubbi e concede il terzo rigore in un tempo, anche se il fallo è fuori area. Ancora Tevez dal dischetto, e ancora gol. La parità è ristabilita prima del duplice fischio. Al rientro in campo è la Juve ad attaccare, ma l'occasione migliore capita sui piedi di Pjanic, servito ancora una volta da Gervinho. Il bosniaco però si perde sul più bello spedendo il pallone a lato. Nella Juve spazio a Morata e nella Roma a Destro. Lo spagnolo entra subito nel vivo dell'azione. Stacco di testa imperioso e palla che finisce sulla traversa. Bonucci fa le prove generali del gol, che arriva all'86'. Destro al volo dal limite dell'area, sugli sviluppi di un calcio d'angolo e i bianconeri sono avanti. Prima del triplice fischio, c'è tempo per una doppia espulsione: Morata, appena entrato, e Manolas che inizia lui la scaramuccia dopo un'entrata in scivolata a centrocampo dello spagnolo. La partita va in archivio sul risultato di 3-2 per la Juve, che stacca la Roma e rimane sola al comando a punteggio pieno. L'amarezza della Roma può esser parzialmente addolcita da un fatto apparso evidente anche agli osservatori più imparziali: il gap con la Juventus, ancora importante fino allo scorso campionato, ormai è stato annullato. Proprio per questo la Roma può considerare a ragione ancora aperta la lotta al vertice del campionato nonostante la sconfitta. Certo, se la partita fosse stata gestita diversamente dall'arbitro, probabilmente il risultato sarebbe stato più chiaro e si sarebbero evitate le solite polemiche.

LE POLEMICHE - Il giorno dopo la super sfida, le polemiche si infiammano ancor di più: il più attivo è sicuramente Francesco Totti, che ha parlato esplicitamente di episodi che hanno condizionato la partita: "Finché ci sarà la Juve, arriveremo sempre secondi, l'ho detto e lo dirò sempre. Quando la incontri, succede quel che succede". Gli ha fatto eco anche Maicon: "Si sbaglia ogni settimana, oggi non è stato diverso". Garcia, invece, chiede a gran voce la moviola in campo: "Nel ventunesimo secolo la tecnologia potrebbe aiutare gli arbitri, ma sembra che dobbiamo ancora aspettare". Marotta non mette acqua sul fuoco, bensì rilancia: "Inaccettabili le parole di Totti. Ricordo che la Juve ha pagato per colpe non sue e che le sono stati sottratti due scudetti". Ultime in ordine di tempo le dichiarazioni della moglie di Agnelli: "Vorrei che Totti se ne andasse a giocare in un suo campionato" .

ROCCHI - Impossibile, in una sfida come questa, non giudicare anche l'operato dell'arbitro, che ha lasciato molto a desiderare. Rocchi è un internazionale dal 2008 e di esperienza ne ha da vendere, ma non è riuscito a gestire la partita. La situazione gli è sfuggita di mano fin da subito. I calciatori e Garcia ci hanno messo del loro, ma da un arbitro della sua caratura ci si aspettava un po' più di lucidità. Tre rigori concessi in un tempo sono sembrati troppi, alla luce della moviola che ha evidenziato come non si trattasse affatto di rigori. I cartellini che ha sventolato non sono serviti a calmare le acque, anzi le hanno agitate ancor di più. Insomma, l'arbitro è riuscito nell'impresa di rovinare l'estetica di una gara di vertice.

 

IL TABELLINO 
JUVENTUS-ROMA 3-
2

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres (46' Ogbonna), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo (79' Vidal), Marchisio, Asamoah; Tevez, Llorente (59' Morata). A disp.: Storari, Rubinho, Pereyra, Evra, Mattiello, Padoin, Pepe, Coman, Giovinco. All. Allegri

ROMA (4-3-3): Skorupski; Maicon, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, Keita, Nainggolan; Iturbe (66' Florenzi), Totti (75' Destro), Gervinho. A disp.: Lobont, Marchegiani, Calabresi, Somma, Cole, Emanuelson, Uçan, Ljajic. All. Rudi Garcia

Arbitro: Rocchi
MARCATORI: 27' rig. e 45'+2 rig. Tevez, 32' rig. Totti, 44' Iturbe, 86' Bonucci

 

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.