Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 19 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Juve-Roma 3-2 tra le polemiche

Totti attacca e la signora Agnelli risponde. Vincono Napoli, Lazio e Fiorentina. Milan ok, Inter ko

06.10.2014 - jacopo fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Juve spietata: bianconeri a più tre

Roma bloccata dalla Sampdoria. Si conferma la Lazio; risalgono Inter e Napoli. Parma in crisi nera
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO – Si riparte, Juve e Napoli rimangono le più forti

Attenzione a Roma, Inter e Fiorentina. Lazio e Milan da registrare, in attesa delle ultime di calciomercato
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio, notte fonda allo Juventus Stadium

Come in Supercoppa, altri quattro gol incassati dalla fragile retroguardia biancoceleste
Leggi l'articolo

CALCIO - Una splendida Roma strapazza il Verona

Maicon, Pjanic e Ljajic: tre gol in dieci minuti nella ripresa, perla da cineteca di Pjanic. Evidente l'impronta di...
Leggi l'articolo

Serie A

SCONTRI EUROPEI - Giornata particolare, si incontrano tutte le squadre impegnate in Europa: Roma e Juve si affrontano dopo aver giocato in Champions; così come Torino-Napoli e Fiorentina- Inter in Europa League. Scherzi (voluti?) del calendario. È sempre polemica. Ed effettivamente la partita conta tantissimi errori. Parliamoci chiaro: i rigori sono il meno. È la conduzione della gara che lascia perplessi, e la domanda nasce spontanea: perché Rocchi?. Spieghiamo meglio: è più importante la finale di un mondiale o un Juve-Roma alla sesta di campionato? Allora perché non mandare l'arbitro che ha arbitrato egregiamente la partita più importante del panorama calcistico?

ERRORI - Primo errore. I rigori non sono fantascientifici; noi italiani abbiamo coniato un'espressione rivedibilissima per giustificare delle posizioni troppo spesso condizionate dal tifo piuttosto che dall'obiettività che è la seguente: si può dare e non dare. I due della Juve ci sono (anche se probabilmente uno è di poco fuori area, ma successe anche a Gervinho l'anno scorso a Milano) e quello della Roma pure. I cartellini dati a casaccio dimostrano che l'arbitro non ha mai avuto la partita in pugno, e che forse non è un arbitro in grado di presenziare a questo tipo di partite. Il gol di Bonucci, bello, per carità, ma viziato da un fuorigioco di Vidal; attivo o no, decidetelo voi, ma essere lì davanti al portiere di certo non ha aiutato. È brutto attendere sei giornate per vedere un big match, e perdere più di metà del tempo a parlare dell'arbitro e non di quello che hanno espresso le due squadre in campo.

PARI - Juve più sicura, ma Roma sempre bella da vedere; gara che ha vissuto fasi in cui il controllo ce l'aveva una e fasi in cui il controllo ce l'aveva l'altra. A ben vedere il pari sarebbe stato il risultato più giusto.

VUOTO - Dietro c'è un grande vuoto che, per il momento, solo in termini di punti, è colmato da Sampdoria (1-0 sull'Atalanta alla quarta sconfitta di fila) e Udinese, fermata sull'1-1 da un improvvido rigore concesso al Cesena al 94'. Solito show del presidente Ferrero, simpatico di certo, ma troppo spesso sopra le righe. Nel match tra le deluse di questo inizio stagione stravince la Fiorentina: schiantata l'Inter che rivedi tutti i fantasmi peggiori di questi ultimi anni. Sette gol presi nelle ultime due giornate, gioco che manca, sicurezza persa e Mazzarri che sembra sempre più solo. Al rientro dalla sosta col Napoli la sfida crocevia della stagione, in caso di sconfitta potrebbe anche prendere quota l'ipotesi esonero. Vincono Napoli e Milan; i partenopei 2-1, a fatica, contro il Torino, e i milanesi 2-0, con meno fatica, contro il Chievo in casa. Bene anche la Lazio, che pur complicandosi inutilmente la vita, batte 3-2 il Sassuolo in casa, dopo esser stata due volte sul doppio vantaggio. Malissimo il Parma che ha la peggior difesa del campionato: perde anche in casa col Genoa (1-2) grazie al gol all'ultimo secondo di Matri, dopo aver giocato quasi tutto il secondo tempo in superiorità numerica per l'espulsione di Roncaglia (seconda in 6 giornate). Nell'anticipo del sabato alle 18.00 il Verona ha la meglio sul Cagliari: due le curiosità. Finisce under una partita di Zeman; e il gol della vittoria gialloblu viene segnato da Tachtsidis, che lo stesso Zeman aveva voluto a Roma consegnandoli anche le chiavi del centrocampo contro una buona parte della critica. La sfida salvezza va all'Empoli che annienta il Palermo (3-0).

PAUSA - Ora la pausa per le Nazionali, per vedere se il buon avvio di Conte era solo un fuoco di paglia o davvero l'inizio di una strada gloriosa. Anche se Malta e Azerbaigian non sembrano essere due avversari in grado di far cambiare giudizi.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.