Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 19 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Lazio corsara al Franchi: Djordjevic, Lulic e tutti a casa

Terza vittoria consecutiva per i biancocelesti che superano la prova contro una diretta concorrente per l'Europa

19.10.2014 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Lazio a valanga sulla Fiorentina

Biancocelesti alla quarta vittoria consecutiva: poker firmato Biglia, Candreva su rigore e doppietta di Klose
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Fiorentina 4-0. Le pagelle biancocelesti

Viola strapazzati. Biglia, gol da grande campione. Candreva a segno su rigore. Klose dilaga con una fantastica doppietta
Leggi l'articolo

CALCIO - Fiorentina-Lazio 0-2. Le pagelle biancocelesti

Djordjevic ancora in gol, Candreva perfetto in ogni fase della gara. Biglia superstar, Lulic chiude il match
Leggi l'articolo

CALCIO - Fiorentina-Lazio 0-1. Le pagelle biancocelesti

Cana, splendido gol alla Parola, sforbiciata in acrobazia. Marchetti straordinario su Anderson e Aquilani. Bene Biglia...
Leggi l'articolo

Fiorentina e Lazio in campo

DETERMINATI - Con un secco 0-2 la Lazio conquista, con fatica e con determinazione, la terza vittoria consecutiva in campionato. Con 12 punti in sette giornate, l'obiettivo di un piazzamento europeo può essere assaporato. Le prossime due partite contro Torino e Verona riveleranno le vere ambizioni della squadra biancoceleste: se vi sarà continuità di risultati nessuna ambizione potrà essere preclusa. Il match andato in scena al Franchi può essere riassunto in due battute: primo tempo di dominio, secondo tempo di autentica sofferenza. Giusta la mentalità che Pioli sta infondendo alla sua squadra. Gli undici in campo soffrono e corrono insieme, mostrando sintonia e capacità di risollevarsi nei momenti più duri della partita. I tre punti contro la Fiorentina sono conquistati con il sudore e con l'ardore, proprio come vogliono i tifosi. La prestazione non è esaltante, ma tant'è quella che conta è portare a casa una vittoria. E i biancocelesti ci riescono. Bisogna darne atto.

FORMAZIONI - Dopo due settimane di stop per gli impegni delle Nazionali, Pioli decide di varare una formazione per certi versi inedita. Complici alcuni infortuni, opta per un efficace 4-3-2-1. Davanti a Marchetti vara una linea difensiva a quattro con Radu, Ciani, De Vrij e Cavanda. I tre di centrocampo sono Parolo, Biglia e Mauri. Candreva e Lulic sulla tre quarti sono di supporto all'unica punta Djordjevic, che ormai scalato le gerarchie del reparto, passando dal ruolo designato di vice-Klose a quello di titolare inamovibile. Montella risponde con un 4-1-3-2 con vocazione offensiva. Davanti a Neto, Tomovic, Rodriguez, Savic e Marcos Alonso. Pizarro agisce da regista davanti alla retroguardia. A centrocampo, a fianco di Aquilani, Kurtic e Fernandez. La linea d'attacco, orfana da tempo di Mario Gomez e Pepito Rossi, è composta da Babacar e Cuadrado.

DJORDJEVIC - La Lazio gioca il primo pallone della partita. Al Franchi l'atmosfera è molto calda, sia per la temperatura estiva della giornata sia per la vivacità della tifoseria di casa. Le squadre sembrano volersi scontrare a viso aperto, con la dovuta prudenza tattica. Le prime occasioni sono per la Lazio con Mauri al 3' che, liberatosi nell'area di rigore, non riesce a servire un compagno libero, con Parolo al 4' e sempre con Mauri, quattro minuti più tardi. Il capitano, scelto all'ultimo da Pioli, non tradisce le attese dell'allenatore: è in palla e molto ispirato. La prima grande occasione per i colori biancocelesti arriva al 17': Candreva batte una potente punizione che viene deviata di poco a lato del palo sinistro della porta difesa da Neto. La Lazio è ben messa in campo, attacca a tutto campo e gioca per nulla intimorita dalla tifoseria viola che oltre a incitare i propri non disdegna fischi rivolti ai biancocelesti e all'arbitro. La Fiorentina è abile nel non lasciare troppo spazio alle scorribande laziali, sembra voler aspettare le mosse dell'avversario. Per una decina di minuti sono proprio i padroni di casa a prendere le redini del gioco e ad affacciarsi pericolosamente dalle parti di Marchetti, soprattutto con Fernandez. La partita è aperta e gradevole. A ogni timida occasione della Lazio ne corrisponde un'altra della Fiorentina. Al 27' Aquilani ha sui piedi la possibilità di portare la propria squadra in vantaggio ma non riesce a finalizzare nel modo migliore. La prima vera occasione per gli undici di Montella arriva al 32', con Babacar che spara alto a pochi metri da Marchetti. Lo stadio si fa sempre più caldo. Nel momento migliore della Fiorentina, esce fuori la Lazio che non ti aspetti. Al 34' Biglia - il migliore in campo - verticalizza per Candreva che crossa in area di rigore. Da vero attaccante di razza, Djordjevic si fionda sul pallone scaraventandolo in rete in spaccata. Gol di rapina e di potenza che porta il risultato sullo 0-1. Per il centravanti serbo è la quinta realizzazione in campionato, importante la sua conferma a ogni gara da quando si è sbloccato con la tripletta di Palermo. Due minuti più tardi, Lulic ha la possibilità di raddoppiare e di chiudere virtualmente la partita. Ma la conclusione dai 15 metri non impensierisce Neto. Al 42' e al 44' è la Fiorentina a prova a raddrizzare la gara, prima con Marcos Alonso e poi con Pizarro. Ma nulla di fatto. Allo scadere della prima frazione di gioco, Djordjevic e Candreva mancano di un nulla il gol del raddoppio.

LULIC - Al rientro in campo Montella sostituisce Kurtic con Borja Valero. La partita cambia volto. La Fiorentina comincia ad attaccare a viso aperto, creando grande volume di gioco a centrocampo e un susseguirsi di occasioni che fanno arretrare il baricentro dei biancocelesti. Già al 2' Babacar e Marcos Alonso hanno la possibilità di fare male a Marchetti. Al 5', da una punizione felpata di Pizarro, Aquilani manca di pochissimo il gol del pareggio, con una rovesciata che si stampa sul palo e, sulla ribattuta, al sicuro nelle mani di Marchetti. La Lazio è in grande affanno e pensa solo a contenere l'irruenza della squadra viola che è trascinata da un intero stadio. Al 12' Pioli compie la prima sostituzione della partita, tutelandosi con Onazi per un Mauri che ha ormai dato tutto. Al 15', dopo un'occasione per Marcos Alonso, la Fiorentina reclama un calcio di rigore per un fallo in area ma Peruzzo non concorda. La Lazio riesce a mettere insieme tenacia e spirito di squadra, respingendo, con forza e talvolta fortunosamente, tutti gli arrembaggi della squadra di casa. Al 21' Ciani accusa i crampi. Al suo posto Novaretti. Al 25' altro episodio da moviola nell'area di rigore biancoceleste. Per l'arbitro, l'intervento su Cuadrado non può essere sanzionato con il rigore. Tre minuti dopo, la Lazio si riaffaccia dalle parti di Neto con Djordjevic e con Novaretti sugli sviluppo di un calcio d'angolo. Al 32' Montella mette Bernardeschi per Aquilani. Al 38' una punizione della Fiorentina viene spazzata fuori dalla retroguardia biancoceleste. Sul fallo fischiato dall'arbitro su Marchetti, il Franchi intona cori irriguardosi nei confronti del Presidente Lotito, presente in tribuna. Ai cori rispondono con un applauso i numerosi tifosi laziali presenti nel settore ospiti. Al 42' la Lazio ha l'occasione di chiudere la partita. Candreva si invola verso l'area di rigore viola ma aspetta troppo a servire Onazi, libero al centro della lunetta. Al 43' Pioli decide di richiamare in panchina Djordjevic, ormai esausto. Al suo posto Miro Klose. L'arbitro, al 45', decide di concedere ben 8 minuti di recupero, una decisione che appare davvero esagerata e di riverenza verso i padroni di casa. Ma Peruzzo non ha fatto i conti con la voglia di vincere degli uomini di Pioli: al secondo minuto, stessa ripartenza in fotocopia di pochi minuti prima, questa volta Candreva non tarda nel servire alla sua sinistra Lulic, che chiude la gara sullo 0-2 Al fischio finale partono i festeggiamenti sulla panchina biancoceleste, che tira un meritato sospiro di sollievo. I tre punti in trasferta, in casa della Fiorentina, sono un bottino pesante.

Lazio-Fiorentina 0-2


IL TABELLINO
FIORENTINA-LAZIO 0-2

Marcatori: 34' pt Djordjevic (L), 47' st Lulic (L)

Fiorentina (4-1-3-2): Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic, Marcos Alonso; Pizarro; Kurtic (dal 1'st Borja Valero), Aquilani (dal 32' St Bernardeschi), M. Fernandez; Babacar (dal 22' st Ilicic), Cuadrado. All. Montella. A disposizione: Tatarusanu, Richards, Hegazi, Basanta, Pasqual, Badelji, Brillante, Vargas, Joaquin)

Lazio (4-3-2-1): Marchetti; Cavanda, De Vrij, Ciani (dal 21' st Novaretti), Radu; Parolo, Biglia, Mauri (dal 12' st Onazi); Candreva, Lulic; Djordjevic (dal 43' St Klose). All. Pioli. A disposizione: Berisha, Strakosha, Novaretti, Konko, Pereirinha, Braafheid, Gonzalez, Ledesma, Ederson, Felipe Anderson.

Arbitro: Peruzzo (sez. Schio)
Assistenti: Padovan, Tasso, Mazzoleni, Candussio
IV Uomo: Passeri

Ammoniti: Pizarro (F), Biglia (L), Parolo (L), Cavanda (L), Marchetti (L), Radu (L)
Recupero: 1' pt, 8' St

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.