Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 21 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Felipe Anderson trascina la Lazio alla vittoria

Pioli in zona Champions: il giovane talento brasiliano infiamma l'Olimpico e schianta la Sampdoria

06.01.2015 - Cristiano Di Silvio



CALCIO - Lazio corsara a Genova. Cuore, muscoli e tre punti pesanti

I biancocelesti, bel gioco e tanto agonismo, tornano alla vittoria con il ritorno di Gentiletti al Marassi, suo il gol...
Leggi l'articolo

CALCIO - Sampdoria-Lazio 0-1. Le pagelle biancocelesti

Torna Gentiletti e segna il gol della vittoria. Polemiche sulla rete per la trattenuta di Klose su Viviano, ma la Lazio...
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Sampdoria 3-0. Le pagelle biancocelesti

Gara vincente e convincente di tutta la squadra, Felipe Anderson superstar: gol e assist per Parolo e Djordjevic
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Sampdoria 2-0. Le pagelle biancocelesti

Keita e Lulic, splendido gol il suo, migliori in campo. Candreva ancora mattatore. Con Biava non si passa, esordisce...
Leggi l'articolo

La Lazio festeggia

Dirompente Lazio. Tre gol, gioco fluido e spettacolare, la difesa (ferrea) della Samp affettata tre volte come mai accaduto dall'inizio della stagione. Su tutti, troppo facile a dirsi, Felipe Anderson Pereira Gomes. Il talento brasiliano rende semplice ciò che semplice non è, segna e fa segnare. Tare e Lotito in tribuna se lo coccolano, i tifosi gli urlano una sola parola: "derby!". Ai margini, una Lazio e il suo allenatore che pescano nella calza della Befana un inizio d'anno dolcissimo, con la corazzata Samp sbaragliata quasi senza sudare. Il messaggio è chiaro: per il terzo posto c'è anche la Lazio. Ora spetta alla società un mercato adeguato: l'occasione è troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire.

GLI SCHIERAMENTI - Pioli mette in campo il consueto 4-3-3 sciogliendo sin da subito i dubbi che avevano contraddistinto la vigilia: o meglio, alla conferma (obbligatoria) di Felipe Anderson al posto del recuperato Candreva, fa da contraltare la partenza dal primo minuto del "Principito" Biglia, abile a arruolato dopo la lunga assenza, ma con una diffida sulle spalle in vista del derby. Il ballottaggio in attacco è vinto nuovamente dal serbo Djordjevic, con il tedesco nuovamente con la schiena sulla comoda panca. Per lui la Roma nel mirino, a meno di sorprese eclatanti. L'indimenticato Mihajlovic, sciarpa blucerchiata d'ordinanza al collo, orfano ormai di Gabbiadini (che non ci sarebbe stato comunque, poiché squalificato), risponde col consueto schieramento che tanta acqua ha portato al mulino ligure quest'anno. Squadra corta e compatta che per "lasciare HAI laziali un bel dolore" (come da letterale twitter del Viperetta) si affida a Soriano, pronto a innescare Eder e Okaka. A fine gara, però, gli inservienti dell''Olimpico non troveranno nulla.

PRIMO TEMPO - Superata la canonica fase di studio, si capisce sin da subito che è la Lazio ad avere più voglia dei rivali e dopo una decina di minuti di gioco guadagna metri importanti nella metà campo della Samp. È intorno al 20' che la Lazio guidata da e Felipe Anderson comincia a dare i primi segnali che la volontà è quella di portare a casa i tre punti. Proprio al ventesimo giro di lancette, il talento brasiliano si beve Regini, supera Gastaldello che lo stronca come può: giallo per il centrale e prova di forza inequivocabile. Fatta salva una certa smania di Okaka (25', cross per la punta blucerchiata che l'inesauribile Basta limita con mestiere) e un fuorigioco inesistente fischiato a Eder, la Samp pare irrigidirsi sulla serataccia di Palombo e Rizzo e sull'inconsistenza di Soriano: buono per Pioli, mastica amaro il serbo in panchina. La Lazio cresce, lentamente ma inesorabilmente. E al 38' si prende l'orsetto in palio: discesa dirompente (manco a dirlo) di Anderson, tocco morbido in area per l'accorrente Parolo, la Samp rincula malissimo e il tocco del mediano da due passi, uno a zero. La Samp sbanda vistosamente la Lazio affonda: è il 40' quando Biglia batte (male) un calcio d'angolo dalla destra, che diventa un campanile addomesticato da Lulic: l'eroe del 26 Maggio appoggia al carioca biancoceleste che senza pensarci su lascia partire un destro al fulmicotone che trafigge Viviano sul secondo palo. La gente laziale si stropiccia gli occhi: si va al riposo, Lazio due, Sampdoria zero.

SECONDO TEMPO - Si rientra in campo con la sempre più netta sensazione che l'undici di Genova non riuscirà a capovolgere la situazione. Al 21' è sempre Felipe Anderson a stracciare le speranze (pochissime) di rientrare in partita: è spettacolare vederlo involarsi sotto la Tevere, saltare come le porte dello slalom gigante il povero Obiang, uccellare Regini, allargarsi sulla destra e ultimare la sua cavalcata col filtrante a giri contati per Djordjevic, obbligato a metterci il piatto destro per il tap-in vincente. Poi nulla più, la Samp getta la spugna (anche se potrebbe giustamente recriminare per un rigore non concesso su Okaka, fallo di Radu), lasciando ai cambi di Pioli (che nel finale prova anche il duo Candreva-Anderson sulle fasce) il compito di pilotare la partita verso il novantesimo minuto.

 

IL TABELLINO
LAZIO-SAMPDORIA 3-0

Marcatori: 38' Parolo (L), 41' Felipe Anderson (L), 67' Djordjevic (L)

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Cana (46' Cavanda), Radu; Parolo, Biglia, Lulic (50' Onazi); Mauri (78' Candreva), Djordjevic, Felipe Anderson. A disposizione: Berisha, Strakosha, Novaretti, Konko, Pereirinha, Ledesma, Cataldi, Keita, Klose. All. Pioli

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Cacciatore, Gastaldello, Romagnoli, Regini; Rizzo (46' Wszolek), Palombo, Obiang (68' Bergessio); Soriano; Eder (74' Duncan), Okaka. A disposizione: Da Costa, Romero, Silvestre, Fornasier, Marchionni, Krsticic, Fedato, Sansone, Djordjevic L. All. Mihajlovic

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo)
Assistenti: Meli; Gallone
IV Uomo: Di Liberatore
ADD1: Russo
ADD2: Merchiori
Note: Ammoniti Gastaldello (S), Cana (L), Basta (L), Soriano (S)
Recupero: 1' pt; 3' st

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.