Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 27 gennaio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Lazio, ottava meraviglia: poker all'Empoli

In un Olimpico con oltre 50 mila spettatori, i biancocelesti agguantano il secondo posto e sorpassano la Roma

12.04.2015 - Cristiano Di Silvio



CALCIO - Lazio-Empoli 4-0. Le pagelle biancocelesti

Il sorpasso sulla Roma. Gol di Mauri, Klose, Candreva e Felipe Anderson: Novaretti, per De Vrij infortunato,...
Leggi l'articolo

CALCIO - Empoli-Lazio 2-1. Le pagelle biancocelesti

Squadra sprecona e arruffona. Djordjevic ancora in gol, ma non basta. Solite amnesie difensive sui calci piazzati
Leggi l'articolo

CALCIO - A Empoli la Lazio non spicca il volo

Tre nitide occasioni da gol sprecate nel primo tempo, male nella ripresa. Giusta la sconfitta contro gli uomini di Sarri
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma, quarto pari consecutivo

Empoli in vantaggio con Maccarone su rigore, nella ripresa pareggia Maicon
Leggi l'articolo

Klose ringrazia dopo il gol

Sorpasso doveva essere, sorpasso è stato. La Lazio che strapazza l'Empoli, ringrazia il Toro che ferma la Roma all'Olimpico di Torino e si gode la seconda piazza. Vale solo per i tifosi? Quello che conta è l'aver centrato l'ottava meraviglia in campionato, mandando un segnale alle concorrenti; il treno biancoceleste è più lanciato che mai, prossima fermata: Torino, Juventus Stadium. Uniche note stonate della giornata: gli infortuni a De Vrij (da valutare dopo gli esami strumentali) e Parolo (frattura alla costola destra); Peruzzo che dispensa cartellini pesanti. A Torino sarà emergenza, ma Pioli può contare sul gruppo, assortito e puntuale ogni qualvolta un sostituto viene chiamato in causa (leggi Cavanda, Cana e Ciani): sarà spettacolo contro la capolista.

RULLO COMPRESSORE - Lazio che torna al 4-2-3-1 senza Marchetti (ma Berisha non lo fa rimpiangere), Basta e Mauricio, e con la spinta di un Olimpico pieno e traboccante passione, la squadra di Pioli impiega esattamente duecentoquaranta secondi per far capire alla squadra di Sarri (in tribuna per squalifica) che oggi non ce n'è per nessuno: Cavanda risolve con un preciso cross, una bella combinazione con Candreva e Felipe Anderson; in piena area, svetta senza lasciare scampo alcuno Capitan Mauri. Ghiaccio rotto, ma la Lazio non si ferma. Ci prova anche Candreva con un tracciante da fuori area (14'), ma Sepe si oppone con mestiere. Nulla può invece al 30' in occasione del raddoppio laziale. Stesse modalità del primo vantaggio: cross al bacio di Cavanda, zuccata di Klose, festa grande sugli spalti. Con l'Empoli in trance, la Lazio macina gioco, azioni e metri di campo: match in ghiaccio al 43', quando Candreva con un bolide di destro chiude in bellezza lo schema Lulic-Biglia da calcio d'angolo. Eccolo il segreto della Lazio di Pioli: far sembrare facile ciò che facile non è, tre gol in quarantatré minuti con l'avversario al tappeto; in altre parole: un rullo compressore.

TOTALE CONTROLLO - Il quarto sigillo arriva dopo soli otto minuti dalla ripresa ed è uno spot al sacrificio e allo spirito di squadra: diversamente non si può commentare Klose che pressa Pucciarelli fino a soffiargli il pallone e puntare l'area di Sepe; il Kaiser però non si ingolosisce, aspetta il rimorchio di Felipe Anderson che, servito, batte a colpo sicuro: al primo tentativo il portiere toscano ha la meglio, ma sulla ribattuta il brasiliano è lesto a ribadire. Poker Lazio, vittoria al sicuro, con l'Olimpico ora tutto concentrato sul match dell'altro Olimpico, quello di Torino: tra granata e giallorossi, infatti, simultaneamente si accendono le schermaglie che fissano il risultato sull'uno a uno. Al 13' della ripresa Peruzzo ammonisce per la seconda volta Novaretti, subentrato da poco per sostituire De Vrij: sbaglia l'arbitro, perché il difensore argentino non commette fallo. Pioli deve cambiare i piani: stava per entrare Keita, ma con la Lazio in dieci toglie Miro Klose e fa entrare Ciani. La Lazio tiene ugualmente, nonostante l'Empoli non abbassi mai la guardia. Berisha spegne le velleità degli azzurri in un paio di occasioni, Biglia tesse e cuce. Al 34' a causa dell'infortunio al costato di Parolo c'è spazio anche per Cataldi. La partita non ha più nulla da chiedere, lo sa anche Sarri che mastica amaro, e fuma, in tribuna. Alla fine del match ci si arriva tra salti, gioia e feste: come dice Pioli, nulla è stato fatto, ma andare a Torino come seconda della classe è davvero un bel sentire.


IL TABELLINO
LAZIO-EMPOLI 4-0
Marcatori
: 4'Mauri (L), 31'Klose (L), 44'Candreva (L), 53' F. Anderson

LAZIO (4-2-3-1): Berisha; Cavanda, De Vrij (40' Novaretti), Cana, Lulic; Biglia, Parolo (79' Cataldi); Candreva, Anderson, Mauri; Klose (60' Ciani).
All. Pioli.
A disp.: Strakosha, Guerrieri, Braafheid, Pereirinha, Ledesma, Onazi, Ederson, Perea, Keita.

EMPOLI ( 4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Tonelli, Mario Rui (66' Laurini); Vecino (55' Signorelli), Valdifiori, Croce (46' Zielinski); Saponara; Maccarone, Pucciarelli.
All. Sarri.
A disp.: Pugliesi, Bassi, Somma, Barba, Piu, Diousse, Brillante, Tavano, Mchedlid

ARBITRO: Sebastiano Peruzzo (sez. Schio) ASSISTENTI: Preti e Posado IV UOMO: Costanzo ADD: Banti e Roca.

Note. Ammoniti: Novaretti (L), Cana (L), Cavanda (L). Espulsi: Novaretti (L)
Recupero: 3' pt; 3'st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.