Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 25 settembre 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Juventus-Lazio 2-0. Le pagelle biancocelesti

La Juventus si dimostra ancora una volta più forte sul campo. Sui gol gravi errori difensivi. Pioli corregge la squadra nella ripresa

18.04.2015 - Alessandro Staiti



CALCIO - TIM CUP - La Juventus vince la sua decima Coppa Italia

Una grande Lazio sconfitta ai supplementari dalla rete di Matri al 97'. Nel primo tempo botta e risposta di Radu e...
Leggi l'articolo

CALCIO - TIM CUP - Juventus-Lazio 2-1. Le pagelle biancocelesti

A Radu di testa al 4' risponde Chiellini di testa al 10'. Il gol del raddoppio di Matri al 7' del primo tempo...
Leggi l'articolo

CALCIO - La Lazio si arrende alla Juventus

Tevez e Bonucci fissano il punteggio sul 2-0 nella prima mezzora. Ma i biancocelesti restano secondi in classifica
Leggi l'articolo

CALCIO - Doppio Pogba e Tevez, la Lazio affonda

Gli uomini di Allegri ci mettono poco più di 20 minuti a impadronirsi dell'Olimpico e surclassare i biancocelesti
Leggi l'articolo

Tevez in azione

Marchetti 6: gioca senza maschera protettiva nonostante il recente intervento al setto nasale per ricomporre la frattura rimediata in allenamento una decina di giorni fa. Esce bene al 13' su Marchisio dalla distanza, poi capitola senza poter intervenire sui due gol della Juve, anzi sul tiro di Bonucci la sfiora quel tanto che non basta con la mano sinistra. Sempre attento nel resto della gara, quando si spinge fino a centrocampo per permettere ai compagni di giocare alti.

Basta 6: spinge come al solito e crossa in area, ma senza Candreva il suo gioco si fa meno efficace. Risulta evidente nel secondo tempo quando il compagno di fascia finalmente entra in campo. Uno dei migliori tra i biancocelesti, non si risparmia per tutti i novanta minuti, efficace questa sera più in fase difensiva che propositiva.

Cana 5: ce la mette sempre tutta, ma non è un difensore centrale. Poi se ti capita di giocare contro Vidal e Tevez, o comunque contro la Juve tutta, il limite diventa più evidente. Mal posizionato su entrambi i gol subiti, non prova neanche a contrastare Bonucci quando poi va in gol. Ammonito al 68' per fallo su Morata che si sganciava per andare in porta.

Mauricio 5: è in ritardo, fuori posizione su entrambi i gol, con maggiore responsabilità sul secondo. Si fa anche ammonire per un fallo a centrocampo su Tevez che si involava verso la porta. Grottesco quando sia lui che Cana aspettano, senza contrastarlo, Bonucci nella sua discesa da goleador. Molto bravo, invece, al 51' quando in scivolata entra su Vidal lanciato da solo verso la porta di Marchetti. Cresce nel secondo tempo.

Braafheid 6: non fa male, soprattutto in avanti. Ma la Lazio dalla sua parte non sfonda mai. Pioli lo sacrifica per far entrare Candreva a inizio ripresa, spostando Lulic al suo posto e passando così dal 4-3-3 iniziale al 4-2-3-1

Candreva 6: entra nella ripresa e cambia la partita. La Lazio avanza il baricentro e costringe la Juventus ad arretrare. Si procura una punizione dal limite facendo toccare la palla a Chiellini (ammonito) con la mano. Batte anche la relativa punizione e impegna Buffon che deve deviare sopra la traversa. Non è colpa sua se non gioca dall'inizio.

Cataldi 6: qualità più che quantità, ma contro la Juve il gioco si fa duro. Il ragazzo è bravo, ma nonostante la grande maturità calcistica non può avere l'esperienza di Parolo che si alterna con tempismo perfetto con Biglia sia in fase di regia che di interdizione, quando c'è da abbassarsi accanto ai difensori centrali. Velenosa la conclusione da fuori al 75'. All'88' non potendo arrivare sul pallone finisce per sgambettare Tevez. Rizzoli interpreta il giallo come rosso e lo manda a fare la doccia.

Biglia 6: nonostante qualche errore di precisione, soprattutto nel primo tempo, resta il fulcro del gioco della Lazio. Nella ripresa, quando tutta la squadra gira meglio, impegna anche Buffon con un buon destro da fuori area che il portiere della Juve deve bloccare in due tempi.

Lulic 6: generoso come sempre, agisce meglio nella ripresa, quando Pioli lo sposta da centrocampista a terzino sinistro. Buone anche alcune discese sulla fascia, ma gli esterni della Juventus non sbagliano una marcatura

Felipe Anderson 6: marcato stretto, è meno incisivo del solito. Riesce comunque a liberarsi e a impensierire la difesa impenetrabile della Juventus. Meno nel vivo del gioco quando entrano in campo sia Keita che Candreva. Tenta il gol della bandiera rubando palla a Chiellini.

Klose 6: anche per lui le marcature organizzate da Allegri sono difficili da superare, ma come sempre si mette al servizio della squadra aspettando il momento opportuno per scatti fulminei sia in area che ripartendo da centrocampo che mettono in grave difficoltà gli avversari. Tira una sola volta verso la porta nel primo tempo. Nei tempi di recupero lascia il posto a Ledesma s.v.

Mauri 5,5: dovrebbe fare il suo solito gioco di intelligenza tattica, con inserimenti a sorpresa e disturbo su Pirlo, ma non gli riesce bene nessuno dei due compiti. Al 66' termina la sua gara per lasciare posto a Keita.

Keita 6: entra subito nel vivo del gioco in una gara tutt'altro che facile e quando la Lazio non ha più la forza per sorprendere. Con Candreva e lui in campo la Lazio fa un forcing feroce, ma non riesce comunque a bucare la difesa bianconera.

Pioli 6: sbaglia formazione a inizio partita, proprio perché gli mancano interpreti fondamentali come De Vrij e Parolo. Un pressing così alto si paga a caro prezzo quando l'avversario è la Juventus. Così nel secondo tempo si decide a passare da un 4-3-3 (alias 4-3-2-1) piuttosto improbabile, soprattutto considerato l'avversario, a un più efficace 4-2-3-1. Con Candreva prima e con Keita poi il gioco della Lazio cambia e diventa più organizzato, migliorando sensibilmente nel forcing e costringendo la Juventus a giocare in contropiede. Nella ripresa la Lazio dimostra di essere in salute, pur non riuscendo quasi mai a tirare in porta, se si esclude il tentativo di Felipe Anderson in chiusura di gara, parato abilmente da Buffon. Nessun dramma, perdere contro la Juve ci sta e questa partita fa parte del processo di crescita iniziato proprio con Pioli in panchina.


IL TABELLINO
JUVENTUS-LAZIO 2-0
Marcator
i: 17'Tevez, 28' Bonucci

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin, Vidal (84' Sturaro), Pirlo (72'Pereyra), Marchisio, Evra; Tevez, Matri (58' Morata).
A disp.: Storari, Rubinho, De Ceglie, Lichtsteiner, Marrone, Pepe, Coman, Llorente.
All.: Massimiliano Allegri.

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, Cana, Mauricio, Braafheid (46' Candreva); Cataldi, Biglia, Lulic; Felipe Anderson, Klose (92' Ledesma), Mauri (66' Keita).
A disp.: Berisha, Strakosha, Ciani, Pereirinha, Ederson, Onazi, Perea.
All.: Stefano Pioli.

ARBITRO: Rizzoli (sez. Bologna). ASS.: Faverani e Meli. IV: Crispo. ADD.: Damato e Irrati

NOTE. Ammoniti: Mauricio (L), Lulic (L), Evra (J), Marchisio (J), Candreva (L), Chiellini (J), Cana (L)
Espulsi: Cataldi (L)
Recupero: 4'pt, 4'st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.