Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 26 gennaio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - La Lazio frena col Chievo, allungo fallito

Al gran gol di Klose risponde Paloschi. Biancocelesti buoni a tratti e sfortunati, tante le occasioni mancate

26.04.2015 - Cristiano Di Silvio



CALCIO - La Lazio affonda sotto la goleada del Chievo

Dopo tre gol dal Bayer Leverkusen ne arrivano quattro dai veronesi. La sconfitta porta Matri in prestito dal Milan
Leggi l'articolo

CALCIO - Chievo-Lazio 4-0. Le pagelle biancocelesti

Sconfitta sonora e imbarazzante per gli uomini di Pioli che, dopo soli 15 minuti, cadono sotto i pesanti colpi dei...
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Chievo Verona 1-1. Le pagelle biancocelesti

Klose, gol da campione del mondo. Paloschi sigla la rete del pareggio. Candreva mette il turbo ma non segna
Leggi l'articolo

CALCIO - A Verona la Lazio non va oltre il pareggio a reti bianche

Dopo i k.o. contro Empoli e Juventus, il Chievo ferma i biancocelesti sullo 0-0. Gara senza emozioni
Leggi l'articolo

Klose lotta con Dainelli

La Lazio tentenna, si specchia nelle sue giocate piacendosi fin troppo e perde l'occasione di marchiare di biancoceleste la seconda posizione. La squadra di Pioli, non va oltre il pareggio contro un ordinato Chievo sceso a Roma senza assilli di classifica e per questo più pericoloso che mai. E dire c'erano tutti gli ingredienti per fare il grande salto: ieri lo stop della Roma per mano degli ex laziali Mancini e Hernanes, oggi lo stadio Olimpico tutto vestito di biancoceleste per il Maglia Day: oltre cinquantamila con una casacca della Lazio a colorare tribune e curve. Non è bastato: la banda Maran rallenta la corsa della Lazio che stacca di un solo punto sui giallorossi e deve guardarsi da Benitez e soci. Ora bisogna recuperare chi può rientrare tra gli assenti e puntare dritti sullo spinoso Parma, ospite a Roma nel turno infrasettimanale di mercoledì prossimo.

COMPLICATO - Con l'infermeria sold out (oltre a De Vrij, Biglia e Parolo, ultimo a marcare visita è capitan Mauri, fermato alla vigilia da un problema all'inguine), Pioli schiera la migliore formazione a disposizione, tenuto conto anche della squalifica di un turno del baby Cataldi. Il tecnico laziale si affida a Ledesma e Onazi, pronti a offrire muscoli e fosforo alla causa. A fine match, soprattutto commentando la partita del nigeriano, non si può dire che la missione sia stata compiuta. Per sostituire De Vrij accanto a Mauricio è preferito Novaretti a Cana (non convocato), pronto a comporre l'ennesima coppia difensiva della stagione. Radu (al rientro dopo diverse assenze) e Basta sulle fasce, Candreva, Felipe Anderson e Klose per completare lo scacchiere. Di contro un Chievo prudente che soprattutto nella prima frazione pensa a contenere e a ridurre al minimo i rischi corsi: usando anche le maniere forti (saranno ben sei gli ammoniti gialloblu a fine gara), ci riesce fino all'ultimo minuto del primo tempo, quando un filtrante di Radu consente a Klose di accelerare sui centrali avversari e di presentarsi davanti a Bizzarri (migliore in campo; ottimi interventi e senso della posizione) battendolo con tocco sotto che non lascia scampo all'argentino. Un gol da vero campione del mondo

OCCASIONI MANCATE - Eppure la Lazio ci prova con tutte le sue forze a vincerla, la partita: Candreva, che già nel primo tempo aveva provato a lasciare lo zampino (grande parata di Bizzarri al 32') si danna l'anima, scambiandosi la fascia con Felipe Anderson e le responsabilità di fiaccare la resistenza dei gialloblu. Complici le assenze a centrocampo, la manovra non è fluida e veloce. Almeno nei primi venti minuti, però, è assedio o poco ci manca. Al 5' è Candreva a provare a fare danni con una gran botta da fuori, ma il tracciante è di poco impreciso; all'11' Onazi spreca un gol fatto su prezioso assist dell'esterno romano. Al 23' è ancora Candreva a portare scompiglio, ma sulla conclusione trova Cesar bravo a ribattere. Dal 15' della ripresa Pioli lancia Keita al posto del bomber campione del mondo e lo spagnolo ripaga la fiducia: corsa, tecnica e anche due conclusioni (26' e 35') di poco fuori. E il Chievo? Ordinato e capace di mettere fuori la testa al momento giusto. Con la Lazio tutta protesa alla ricerca del raddoppio, ecco quello che non t'aspetti: è il 30' quando Hetemaj scodella in mezzo dalla sinistra, Mauricio prova a intercettare la palla ma la sporca quel tanto che basta per mettere Radu fuori giri e consentire a Paloschi di battere al volo, fulminando l'incolpevole Marchetti. La Lazio è sulle gambe, strappa azioni con i suoi gioielli ma è un fare farraginoso e non produttivo. Il Chievo si limita a controllare. Finisce così: la Lazio, punita oltremisura da un episodio, si rammarica e si morde le mani; mercoledì contro il Parma che non molla serve vincere. Senza se e senza ma.


IL TABELLINO
LAZIO-CHIEVO 1-1

Marcatori: 45'Klose (L), 76' Paloschi (C)

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, Novaretti, Mauricio, Radu; Onazi (85' Perea), Ledesma, Lulic (82' Ederson); Candreva, Felipe Anderson, Klose (59' Keita).
A disp. Berisha, Strakosha, Ciani, Braafheid, Konko, Oikonomidis.
All. Pioli.

CHIEVO VERONA (4-4-2): Bizzarri, Frey, Dainelli (64' Sardo), Cesar, Zukanovic (46' Botta); Schelotto, Radovanovic, Izco, Hetemaj; Paloschi, Pellissier (75'Feftatzidis) .
A disp. Bardi, Seculin, Gamberini, Biraghi, Cofie, Christiansen, Vajushi, Pozzi.
All. Maran.

ARBITRO: Tommasi (sez. Bassano del Grappa). ASS.: Marzalone e Stallone. IV: Posado. ADD.: Giacomelli e Barracani.

NOTE. Ammoniti: Zukanovic (C), Radovanovic (C), Ledesma (L), Dainelli (C), Onazi (L), Cesar (C), Schelotto (C)
Recupero: 2' pt, 3' st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.