Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 03 agosto 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Lazio, poker al Parma e secondo posto confermato

Parolo, Klose, Candreva e Keita firmano la vittoria che sancisce la retrocessione del Parma in Serie B

30.04.2015 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Lazio-Parma 4-0. Le pagelle biancocelesti

Tris di gol dal 10' al 16' del primo tempo: Parolo, Klose e Candreva. Entra Keita e fa il poker su traversone di...
Leggi l'articolo

CALCIO - Parma-Lazio 1-2. Le pagelle biancocelesti

Vittoria sofferta, annullato gol regolare al Parma. Infortunio grave per Braafheid. In rete Mauri e Anderson. Biglia il...
Leggi l'articolo

CALCIO - A Parma la Lazio torna a vincere

Gara contratta e complicata. Errori arbitrali nel primo tempo favoriscono i biancocelesti che portano a casa una...
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Parma 3-2. Le pagelle biancocelesti

Lulic migliore in campo. Candreva gol decisivo. Klose torna a segnare. Papera colossale tra Marchetti e Ciani
Leggi l'articolo

Parolo

Dopo l'arresto in casa della scorsa domenica contro il Chievo, la Lazio ritrova i tre punti e mantiene quel secondo posto in campionato che significa accesso diretto alla fase a gironi della prossima edizione della Champions League. Archiviata la pratica Parma, gli undici di Pioli sono attesi da cinque difficili partite, due delle quali scontri diretti contro Roma e Napoli. Un risultato positivo in almeno tre di questi ultimi match aprirà le porte alla partecipazione nel più prestigioso torneo continentale, dove la Lazio manca ormai da tanto tempo. In un Olimpico a festa, i biancocelesti hanno sfoderato una bella prestazione collettiva e hanno condannato il Parma alla retrocessione in serie B con cinque giornate di anticipo. La partita è virtualmente chiusa dopo appena sedici minuti di gioco. Parolo, Klose e Candreva ammutoliscono gli undici di Donadoni. Il quarto gol arriva nella ripresa, a un quarto d'ora dal 90', con il baby Keita, alla prima rete stagionale.

LE FORMAZIONI - Pioli opta per il 4-2-3-1. In porta Marchetti, la linea di difesa, orfana di De Vrij, vede la novità Ciani accanto a Mauricio, con Basta e Radu sulle fasce. Cataldi e il rientrante Parolo sono il raccordo tra difesa e centrocampo. In avanti Candreva, Felipe Anderson e Lulic. Klose, in dubbio fino all'ultimo, è l'unico riferimento avanzato. Donadoni risponde con un attento 4-5-1. Lodi, Nocerino e Palladino sono dietro all'unica punta Belfodil.

PRIMO TEMPO - I biancocelesti scendono in campo con una voglia matta di riscattarsi dopo il deludente pareggio rimediato in casa contro il Chievo. Gli uomini di Pioli vogliono riprendere il cammino interrotto solo dieci giorni fa con la sconfitta per mano della Juventus. Il Parmanon ha la forza né il vigore di resistere alla fame di vittoria biancoceleste. Nonostante ciò, la prima occasione da gol è per gli ospiti, con Palladino che per poco non riesce a beffare Marchetti. Dopo il brivido, rimane in campo solo la Lazio. In ben sei minuti, i padroni di casa imprimono il marchio alla partita. Un gol dopo l'altro e la partita è al 16' già sul 3-0. Il primo sigillo porta la firma di Marco Parolo. A soli 17 giorni dalla frattura di una costola, il centrocampista - eletto dagli addetti ai lavori come migliore giocatore in campo a fine partita - segna un gol di pregevole fattura con un bolide dai venti metri. Il match si sblocca nel migliore dei modi. Tre minuti più tardi è volta di Klose che si conferma, ancora una volta, come l'attaccante giusto nel momento giusto, riuscendo a capitalizzare, a pochi metri dalla porta difesa da Mirante, una sua corta respinta. L'azione era partita sulla destra dai piedi di Felipe Anderson. Altri tre minuti e arriva il 3-0. Candreva, servito da Lulic, fa tutto da solo e insacca alle spalle dell'estremo difensore gialloblu. La partita termina praticamente qui, con lo stadio in festa e con ottimismo ritrovato. Fino al termine della prima frazione di gioco non ci sono occasioni limpide da gol per ambo le parti.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa la Lazio amministra il gioco, il Parma cerca di non soccombere in modo più pesante. Al 19' Pioli inserisce Keita al posto di uno spento Felipe Anderson. Qualche minuto più tardi è la volta di Braafheid per Radu. Il Parma va vicino, poco dopo, al gol della bandiera. Mendes prende la traversa con Marchetti ormai battuto. Dopo aver rimediato un'ammonizione, con conseguente squalifica per la partita contro l'Atalanta, Klose è richiamato in panchina. Al suo posto Mauri. Due minuti più tardi, un'azione prepotente di Candreva libera Keita al centro dell'area. Per lo spagnolo è un gioco da ragazzi insaccare alle spalle di Mirante. È il gol del definitivo 4-0. La testa degli uomini di Pioli è ora tutta rivolta alla trasferta di Bergamo contro la formazione allenata dall'ex Edy Reja. Un risultato positivo non potrà che accrescere le ambizioni biancocelesti.


IL TABELLINO
LAZIO-PARMA 4-0

Marcatori: 10' pt Parolo (L), 13' pt Klose (L), 16' pt Candreva (L), 36' st Keita (L).

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Ciani, Mauricio, Radu (27' st Braafheid); Cataldi, Parolo; Candreva, Felipe Anderson (19' st Keita), Lulic; Klose (34' st Mauri). A disp.: Berisha, Strakosha, Novaretti, Konko, Cavanda, Ledesma, Oikonomidis, Djordjevic, Perea. All.: Stefano Pioli.

PARMA (4-5-1): Mirante; Cassani (16' st Santacroce), Mendes, Lucarelli, Gobbi; Varela, Lila, Lodi (30' st Mariga), Nocerino, Palladino; Belfodil. A disp.: Iacobucci, Bajza, Jorquera, J. Mauri, Coda, Ghezzal. All.: Roberto Donadoni.

Arbitro: Giampaolo Calvarese (sez. Teramo). Ass.: Schenone e Bianchi. IV: Longo. Add.: Cervellera e Saia.

NOTE: Ammoniti: 29'Varela (P), 29' Varela (P), 19'st Klose (L). Spettatori: 32.367 (14.376 paganti, 17.991 abbonati).

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.