Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 27 settembre 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Lazio-Inter 1-2. Le pagelle biancocelesti

A Candreva risponde Hernanes su punizione (ma in fuorigioco). Poi il Profeta segna la doppietta. L'arbitro Massa decide l'incontro lasciando la Lazio in nove

10.05.2015 - Alessandro Staiti



CALCIO - Una Lazio eroica non può nulla contro gli orrori arbitrali

All'Olimpico contro l'Inter due espulsi, il gol in fuorigioco di Hernanes dell'1-1 e il raddoppio finale del Profeta
Leggi l'articolo

CALCIO - Milano amara per Pioli, l'Inter pareggia in rimonta

Lazio a due volti: dopo la doppietta di Felipe Anderson, ripresa da dimenticare. Non basta per la Champions
Leggi l'articolo

CALCIO - Inter-Lazio 2-2. Le pagelle biancocelesti

Anderson migliore in campo, doppietta da campione. Dopo un'ora la Lazio cala vistosamente e l'Inter pareggia
Leggi l'articolo

CALCIO - A San Siro la Lazio saluta Zanetti e l'Europa

Biancocelesti in vantaggio dopo due minuti con Biava, poi l'Inter ne fa quattro. L'ultimo gol lo segna il Profeta
Leggi l'articolo

Hernanes e la capriola sul gol dell' 1-1


Marchetti 7,5: sempre pronto e attento. Fa quello che può per segnalare all'arbitro che il gol su punizione di Hernanes è viziato da ben 3 calciatori in fuorigioco che gli oscurano la visuale, ma Massa non lo ascolta. Al 43' si supera in tuffo sul tiro di Guarin deviando in angolo. Al 60' esce su Icardi e per Massa è rigore ed espulsione. Esce Klose per far posto a Berisha.

Berisha 8: entra per sostituire Marchetti espulso e para immediatamente il rigore a Icardi. Eroe. Parare un rigore a freddo è tanta roba.

Basta 6,5: oggi un po' bloccato dietro, del resto Palacio e Kovacic sono clienti molto scomodi. Quando Massa lascia la Lazio in 10 al 28' del primo tempo, è ancora più impegnato in compiti difensivi.

Mauricio 4,5: fa quel che può, considerati i suoi mezzi tecnici, fino al momento dell'espulsione. La Lazio paga a caro prezzo l'assenza di De Vrij e Mauricio lascia i compagni in dieci troppo presto. Tra l'altro Hernanes pareggia, con tre compagni di squadra in totale fuorigioco, proprio sulla punizione che scaturisce dall'atterramento di Palacio da parte di Mauricio. Sfortunato.

Ciani 6,5: grande impegno e prestazione generosa. Mette in campo tutta la propria fisicità con la quale cerca di compensare ai mezzi tecnici davvero non eccellenti. Però si fa valere sempre sugli anticipi aerei ed è attento anche in alcuni interventi di salvataggio in area.

Radu 6: lontano ancora dalla sua migliore condizione, impacciato in alcuni frangenti, impreciso nei passaggi brevi, va a fare il centrale di difesa dopo l'espulsione di Mauricio e l'ingesso di Braafheid. Non riesce a intervenire su Hernanes quando scappa da solo in contropiede e va a segnalare tutto da solo la sua doppietta contro la squadra che lo ha reso famoso in Italia. Gioca però meglio da centrale, che Pioli ne tenga conto per il futuro

Braafheid 6: Pioli lo manda in campo al posto di Mauri per ristabilire la difesa a quattro dopo l'espulsione di Mauricio. Si batte con ardore, ma non è il Braafheid che conoscevamo prima dell'infortunio.

Biglia 8: pur con la caviglia ancora non in condizioni ottimali, si batte come un vero soldato. Non solo in fase di costruzione ma anche in fase di contrasto e di recupero palloni. Tutto il gioco della Lazio è centrato su di lui. La sua prestazione aumenta in intensità

Parolo 7: un lottatore in ogni parte del centrocampo, essenziale nelle marcature e nell'alternarsi con Biglia sia nella costruzione del gioco che nella fase difensiva. Fondamentale.

Candreva 8: esplosivo fin dai primi istanti di gioco, Antonio è in gran forma e lo dimostra subito segnando il gol dell'1-0 dopo soli 8 minuti, su assist dell'immancabile Felipe Anderson. Una gara di sostanza e di impegno fino al momento in cui Pioli lo richiama in panchina per far posto a Keita al 77'.

Mauri 5: non è incisivo anche se è vero che la sua partita dura solo 28' minuti a causa dell'espulsione di Mauricio. Per far tornare i conti in difesa, Pioli lo manda in panchina.

Keita s.v.: entra in una situazione di grande difficoltà. La squadra è in 9, ma ogni calciatore si batte per due. Va a fare il centravanti, visto che Klose era uscito per far posto a Berisha e Mauri per far posto a Braafheid. Ma praticamente non tocca palla.

Felipe Anderson 8: un leone in campo. Semina il panico tra gli avversari che non riescono a contenerlo. Tunnel, dribbling, assist a Candreva per il gol del vantaggio. Grande il suo impegno anche in fase difensiva. Ci mette sempre tanta corsa e non toglie mai la gamba.

Klose 5,5: lui che è stato sempre la bestia nera dell'Inter oggi manca il gol fatto, il suo tiro che dovrebbe insaccarsi passando sotto le gambe di Handanovic, viene invece bloccato dal portierone che ci si siede sopra. Esce per far posto a Berisha quando viene espulso Marchetti.

Pioli 7: la grande mentalità agonistica che ha infuso a questa squadra viene fuori quando Massa la lascia prima in dieci e poi in nove. Leoni affamati in campo, senza paura ma senza arroganza, capaci di schiacciare l'Inter nella propria area pur con due giocatori in meno. Prepara bene la partita, poi Massa (voto 3) gli scombina i piani. I suoi ragazzi commettono un grave errore mantenendo la linea di difesa molto alta nei momenti cruciali di possesso palla avversaria.

Massa 3: non si discutono qui le espulsioni ai danni dei biancocelesti che possono starci (anche se la cacciata di Marchetti è da rivedere 1dieci volte alla moviola e non si capisce se davvero c'è il rigore e quindi l'espulsione), ma la convalida del primo gol di Hernanes viziato dal fuorigioco che oscurano completamente la visuale di Marchetti e il fermare Candreva lanciato da solo contro Handanovic con un fuorigioco inesistente. In altre parole, tutte le decisioni di Massa sono severissime, ma solo contro la Lazio. Un'impressione? Chissà. Ha ragione il DS della Lazio a dichiarare nel post partita che non si manda una squadra arbitrale così scarsa a dirigere una partita così importante.


IL TABELLINO
LAZIO-INTER 1-2
Marcatori
: 8' Candreva (L), 26' Hernanes (I), 84' Hernanes (I)

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Ciani, Radu; Biglia, Parolo; Candreva (77' Keita), Mauri (28' Braafheid), Felipe Anderson; Klose (63' Berisha) .
A disp.: Strakosha, Gentiletti, Cavanda, Pereirinha, Ledesma, Onazi, Cataldi, Djordjevic, Perea.
All. Pioli

INTER (4-3-1-2): Handanovic; D'Ambrosio (68'Nagatomo), Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Guarin (46' Podolski), Medel, Kovacic; Hernanes; Palacio (91' Brozovic), Icardi.
A disp.: Carrizo, Andreolli, Dalbelo, Dimarco, Santon, Gnoukouri, Shaqiri, Bonazzoli, Puscas.
All. Mancini

ARBITRO: Massa (sez. Imperia). ASS.: Passeri, Fiore. IV: Musolino. ADD.: Damato, Candussio.

NOTE. Ammoniti 12' D'Ambrosio (I), 25' Mauri (L), 28' Marchetti (L), 67' Hernanes (I), 71' Biglia (L), 92' Nagatomo (I)
Espulsi 24' Mauricio (L), 61' Marchetti (L) per doppia ammonizione
Recupero: 2' pt, 4' st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.