collabora redazione chi siamo


mercoledì 26 giugno 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Sampdoria-Lazio 0-1. Le pagelle biancocelesti

Torna Gentiletti e segna il gol della vittoria. Polemiche sulla rete per la trattenuta di Klose su Viviano, ma la Lazio produce tanto gioco

16.05.2015 - Alessandro Staiti



CALCIO - Lazio corsara a Genova. Cuore, muscoli e tre punti pesanti

I biancocelesti, bel gioco e tanto agonismo, tornano alla vittoria con il ritorno di Gentiletti al Marassi, suo il gol...
Leggi l'articolo

CALCIO - Felipe Anderson trascina la Lazio alla vittoria

Pioli in zona Champions: il giovane talento brasiliano infiamma l'Olimpico e schianta la Sampdoria
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Sampdoria 3-0. Le pagelle biancocelesti

Gara vincente e convincente di tutta la squadra, Felipe Anderson superstar: gol e assist per Parolo e Djordjevic
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Sampdoria 2-0. Le pagelle biancocelesti

Keita e Lulic, splendido gol il suo, migliori in campo. Candreva ancora mattatore. Con Biava non si passa, esordisce...
Leggi l'articolo

Sampdoria-Lazio 0-1

Foto di Amedeo Rolla

Berisha 6,5: chiamato raramente all'impegno durante i primi 45', si fa vedere però molto sicuro e attento quando i compagni lo chiamano in causa con qualche passaggio all'indietro per alleggerire l'azione. Sicuro in ogni frangente, come al 78' quando allunga in elevazione un pallone pericoloso, propiziando così una buona ripartenza della propria squadra.

Basta 6,5: fa il suo come sempre, anche se ha compiti difensivi molto più accentuati e li svolge con grande attenzione. Nella ripresa si spinge di più in avanti, un suo tiro di sinistro è sbilenco e debole e si spegne sul fondo.

Gentiletti 8: al Marassi si era infortunato gravemente contro il Genoa nel girone di andata, al Marassi torna a giocare la partita del rientro, non ancora in perfette condizioni. Si vede che il calciatore ha mestiere e pur non essendo al massimo è prezioso in alcune chiusure e nei tanti appoggi precisi e vellutati. E il Marassi lo ricompensa, ripagandolo solo in parte del brutto incidente, concedendogli la gioia del gol a inizio ripresa. Cresce con il passare dei minuti finché non è vittima dei crampi e al 76' lascia il posto all'altro rientrante da infortunio, Stefan De Vrij. È lui, del resto, quello dei gol importanti, come già al San Lorenzo.

De Vrij 6: torna anche Stefan dopo un lungo infortunio, per sostituire Gentiletti fiaccato dai crampi. Pochi minuti per riprendere un po' di forma.

Ciani 7: ce la mette tutta e fa bene in diversi anticipi aerei e chiusure palla a terra. La tattica è il suo punto debole. Cresce con il passare dei minuti ed è davvero efficace in diverse situazioni.

Radu 6,5: tocca tanti palloni, scende poco sulla fascia, ancora qualche passaggio impreciso. Cresce nella ripresa.

Parolo 7: è l'eroe del centrocampo biancoceleste, polmoni d'acciaio, grinta a non finire, attenzione spietata e tanta dedizione.

Ledesma 6,5: è chiamato a salvare le sorti del centrocampo biancoceleste considerata l'assenza di Biglia che sembra aver chiuso la stagione in anticipo. Inizia con il freno a mano tirato, poi cresce e svolge molto bene i suoi compiti, anche quando va a fare il difensore aggiunto. Il suo calcio d'angolo viene messo dentro da Gentiletti.

Lulic 6,5: generoso come sempre, si danna in mezzo al campo correndo a grandi polmoni. Bravo in ogni fase di gioco, rischia il giallo su Okaka all'87' con un'entrata in ritardo

Candreva 7,5: il migliore dei suoi. È una vera e propria furia in ogni frangente, confeziona assist, riparte come se avesse le ali ai piedi, cerca i compagni in area avversaria, torna a difendere nella propria area se necessario. Una prova maiuscola in tutti i sensi. Esce all'83' dopo aver preso una botta alla caviglia.

Mauri 6,5: entra per pochi minuti per sostituire Candreva e lotta come un gladiatore.

Felipe Anderson 7,5: sonnecchia nel primo tempo, si scatena nel secondo, quando insieme a Candreva semina il panico a ogni accelerazione, a ogni ingresso nell'area avversaria. Prezioso anche in fase di recupero, è in netta crescita rispetto alle ultime prestazioni, gli manca solo la soddisfazione di un gol alla sua maniera. Termina la partita con i crampo che gli impediscono di allungare, ma deve resistere fino alla fine. Eroe.

Klose 6,5: non si risparmia per tutto il tempo in cui resta in campo tenendo impegnati i difensori blucerchiati in diverse occasioni, si muove bene in area facendo da sponda per i compagni, poi favorisce il gol di Gentiletti trattenendo Viviano per un braccio. Come si dice: quando il gioco si fa duro... Ma di questi episodi quanti ne accadono in aerea di rigore e nessuno si lamenta?  Esce al 70' per lasciare posto a Djordjevic.

Djordjevic 6: entra negli ultimi 20' e riesce a fare un buon tiro in porta, che però gli viene deviato proprio sulla linea. Poi sbaglia uno stop facile in area, e qualche facile assist per i compagni.

Pioli 8: non è la sua Lazio senza Biglia, e allora inventa qualche stratagemma lì dietro per far funzionare ugualmente il suo gioco. Ci riesce, perché la Lazio produce tanto nonostante qualche evidente falla difensiva non sfruttata dalla Sampdoria, che si divora almeno tre gol. Bravo nella gestione dei cambi. Bravo nel cambiare modulo almeno per tre volte durante la partita per trovare la giusta quadratura. La sua Lazio stasera vince con il gol del destino, quello di Santiago Gentiletti che aveva terminato il suo campionato proprio sullo stesso campo con un infortunio molto grave. Un gol molto contestato a fine partita da Viviano, dall'allenatore e dal presidente, ma la realtà dice che la Lazio ha messo sotto la Samp sul piano del gioco, soprattutto nella ripresa e che ha meritato di vincere disputando una gara eroica dal punto di vista dell'impegno, dell'intelligenza tattica e del cuore.


IL TABELLINO
SAMPDORIA-LAZIO 0-1
Marcatori
: 54' Gentiletti (L)

SAMPDORIA (4-3-1-2) : Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Acquah (62' Rizzo), Palombo (81' Okaka), Obiang; Soriano; Muriel, Eto'o (61' Bergessio).
A disp: Romero, Duncan, Correa, Munoz, Coda, L. Djordjevic, Marchionni, Wszolek, Cacciatore.
All. Mihajlovic.

LAZIO (4-3-3): Berisha; Basta, Gentiletti (76' de Vrij), Ciani, Radu; Parolo, Ledesma, Lulic; Candreva (83' Mauri), Felipe Anderson, Klose (70'F.Djordjevic).
A disp. Guerrieri, Strakosha, Braafheid, Cavanda, Novaretti, Cataldi, Onazi, Keita, Perea.
All. Pioli.

ARBITRO: Mazzoleni (sez. Bergamo). ASS.: Manganelli, Vuoto. IV: Galloni. ADD.: Tagliavento, Giacomelli.

NOTE. Ammoniti: 16' Palombo (S), 40' Silvestre (S)
Recupero: 3' st.

 

Un frangente della gara vista dalla gradinata del Marassi di Genova, per gentile concessione di Amedeo Rolla

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.