collabora redazione chi siamo


venerdì 24 maggio 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO – UCL play-off: Lazio-Bayer Leverkusen 1-0. Le pagelle biancocelesti

Partita bloccata per oltre 70 minuti, nella ripresa entra Keita per Klose e decide la gara con uno splendido gol in diagonale

18.08.2015 - Alessandro Staiti



CALCIO - UCL play-off: Lazio, fuori dalla Champions League

Il 3-0 del Bayer Leverkusen nella partita di ritorno vanifica il vantaggio di misura dei biancocelesti allo Stadio...
Leggi l'articolo

CALCIO - UCL play-off: Bayer Leverkusen-Lazio 3-0. Le pagelle biancocelesti

Disastri difensivi di de Vrij e Mauricio, che viene anche espulso al 68'. Biancocelesti sovrastati dai tedeschi in ogni...
Leggi l'articolo

CALCIO - UCL play-off: Lazio, 1-0 che fa ben sperare

Nell’incontro di andata del preliminare di Champions League, gli uomini di Pioli conquistano un’importante...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SULLA LAZIO

Tutte le partite della S.S. Lazio commentate da Laura Cigna, conduttrice della trasmissione “Olympia &...
Leggi l'articolo

Lazio Bayer


Berisha 6,5: impegnato nell'ordinario, al 25' la dea bendata lo aiuta quando Bender con una cannonata da 25 metri prende in pieno il legno alla sua destra. Molto attento sulla punizione ravvicinata di Chalanoglu al 60', non si sposta dalla traiettoria e respinge di pugno, si ripete al 65' su un tiro potente dello stesso numero 10 deviando in angolo. Qualche uscita a vuoto, come spesso gli accade.

Basta 6,5: nel giorno del suo 31' compleanno torna a farsi apprezzare come uno dei migliori in campo tra i suoi. Attento in difesa, nei recuperi e nei contrasti, esplosivo nella corsa e in fase offensiva.

de Vrij 6,5: rientra dopo due giorni di febbre nei quali non si è allenato con i compagni. Sempre presente e attento, efficace negli anticipi. Determinante dopo un quarto d'ora della ripresa nell'allontanare un pallone molto pericoloso da corner. Si infortuna all'89' in uno scontro aereo, sostituito da Gentiletti s.v.

Mauricio 5,5: preferito all'ultimo momento a Gentiletti, è un guerriero e ce la mette tutta come sempre, ma è davvero imbarazzante in certi interventi di chiusura. Cerca di rimediare con caparbia ai propri errori, me ne combina uno dopo l'altro, finché al 48' non rimedia il giallo. Un po' meglio nella seconda parte di gara.

Lulic 6,5: mancano Radu e Braafheid e tocca a lui giocare da terzino a sinistra e lo fa bene, con la sua solita generosità. Anche se le diagonali difensive non sembrano la sua passione, è decisivo quando interviene in emergenza nella propria area. Lottatore.

Onazi 6: gioca molto vicino a Biglia, talvolta anche lui arretra troppo davanti alla difesa. Forse il più mobile e attivo dei tre di centrocampo, non si risparmia e lotta su ogni pallone, anche se la qualità è quella che è. Al 52' viene rilevato dal nuovo arrivato Milinkovic-Savic s.v.: fa poco o nulla e si fa anche ammonire per proteste.

Biglia 6: il gioco potrebbe passare molto di più per i suoi piedi se la prestanza fisica e il pressing asfissiante degli avversari non gli impedisse di costruire come vorrebbe. Cresce col passare dei minuti ed è anche efficace in fase di contrasto e recupero palloni. In scarsa condizione, come il resto dei compagni.

Parolo 6: sembra girare un po' troppo a vuoto nel primo tempo, ma non si ferma un momento e nella ripresa quando la Lazio è in balia degli avversari è molto attivo in fase di contrasto e recupero, perfino nella propria area.

Candreva 6: bene nella prima mezzora di gioco, le forze lo abbandonano con il passare dei minuti. Arretra fino alla propria area in fase difensiva.

Klose 6: generoso e mobile, tentenna e si allunga troppo il pallone quando potrebbe tirare in porta proprio nei primi minuti di gioco. Guardato a vista dalla difesa tedesca, riporta un infortunio muscolare (sospetto stiramento) viene sostituito da Keita all'inizio del secondo tempo.

Keita 7,5: entra in posizione di centravanti, e si rende pericoloso subito in tre occasioni: nella prima alza troppo il pallone sulla traversa, nella seconda il suo sinistro viene murato dalla difesa tedesca, nella terza Leno in scivolata compie un vero e proprio miracolo e gli nega la gioia del gol. Che arriva al 77', quando riparte come una freccia, semina Tah che lo affianca e deposita in rete con un gol bellissimo in diagonale. E pensare che la Società, dopo la sfuriata di Shangai, sta trattando la sua cessione. Vi sarà ora un ripensamento sia da parte di Keita che della Lazio? All'81' viene atterrato davanti all'area da Papadopoulos mentre si invola da solo davanti a Leno, ma il non impeccabile Jonas Eriksson opta per un giallo, il fallo però era nettamente da rosso diretto. Keita è il più in condizione tra i suoi.

Felipe Anderson 5,5: grande impegno, ma incisività molto al di sotto di quel che aveva fatto vedere nello scorso campionato. Qualche folata in attacco, ma senza speciali conseguenze, ripiega spesso in fase di contenimento. Nel recupero si divora il gol del 2-0 con un tiro strozzato che finisce facilmente tra le braccia di Leno. Scarsa condizione fisica.

Pioli 6,5: prepara bene la gara e la sua Lazio nei primi 10 minuti sembra quella dello scorso campionato. Ma dopo poco la verve si spegne e la Lazio subisce pesantemente per 15 minuti il Bayer. A centrocampo la scelta di Onazi è oculata, considerata l'indisponibilità dei terzini sinistri che deve ovviare con Lulic. Ma la prestanza fisica e il vigore dei centrocampisti tedeschi impedisce alla Lazio di giocare palla a terra e costruire gioco. Nella ripresa la sua Lazio mostra complessivamente una tenuta fisica deficitaria e subisce pesantemente gli attacchi del Bayer. Indovina a sostituire l'infortunato Klose con Keita, che diventa l'uomo partita con un gol decisivo. Con l'infortunio di Klose, sommato a quello di Djordjevic, ora si ritrova senza una punta centrale di ruolo. Chissà se la Società si accorgerà in questa circostanza che è necessario da tempo l'acquisto di un vero, forte centravanti.

Eriksson 4,5: brutta direzione di gara per lo svedese, che evita un doppio giallo a Wendell e l'espulsione diretta di Papadopoulos. Arbitraggio senza dubbio in favore degli ospiti.


IL TABELLINO
LAZIO - BAYER LEVERKUSEN 1-0

Marcatori: 77' Keita (L)

LAZIO (4-3-3): Berisha; Basta, de Vrij (89' Gentiletti), Mauricio, Lulic; Onazi (52' Milinkovic-Savic), Biglia, Parolo; Candreva, Klose (46' Keita), Felipe Anderson.
A disp. Guerrieri, Konko, Cataldi, Kishna.
All. Stefano Pioli.

BAYER LEVERKUSEN (4-2-3-1): Leno; Hilbert, Papadopoulos, Tah, Wendell; Kramer, Bender; Bellarabi, Çalhanoğlu (84' Brandt), Son (46' Mehmedi); Kiessling (93' Kruse).
A disp. Kresic, Donati, Ramalho, Aranguiz.
All. Roger Schmidt.

ARBITRO: Jonas Eriksson (SWE). ASS.: Klasenius- Wärnmark. IV: Gustavsson. ADD.: Johannesson - Strömbergsson.

NOTE. Ammoniti: 20' Kiessling (B), 31' Leno (B), 36' Wendell (B), 48' Mauricio (L), 82' Papadopoulos (B)

Recupero: 1' pt; 5' st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.