Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 22 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO – Lazio-Bologna 2-1. Le pagelle biancocelesti

I ragazzi di Pioli danno spettacolo con Biglia al 17’e Kishna al 23’, ma poi si fanno bucare da Mancosu al 43’. Vittoria troppo sofferta

22.08.2015 - Alessandro Staiti



CALCIO – Lazio: Biglia e Kishna regolano il Bologna sul 2-1

Pioli ricomincia da dove aveva lasciato nello scorso campionato: prima mezzora di gran bel gioco organizzato e offensivo
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Bologna 1-0. Le pagelle biancocelesti

Berisha mai impegnato. Biava e Dias (e Lulic?), ultima partita con la maglia biancoceleste. Esordisce Tounkara. Biglia,...
Leggi l'articolo

CALCIO - Biglia di rigore all'ultimo respiro. Lazio nona

Bologna superato grazie alla linea verde. Bene Felipe Anderson e Keita, promesse da Tounkara e Minala. Fischi alla...
Leggi l'articolo

CALCIO – Bologna–Lazio 0-0. Le pagelle biancocelesti

Berisha attento e reattivo, salva su Bianchi. Biava migliore in campo. Male Anderson e Hernanes. Klose sbaglia un gol...
Leggi l'articolo

Lazio-Bologna 2-1

Berisha 7: attento su una punizione di Brienza, non viene praticamente mai impegnato nel corso del primo tempo. Non può nulla sul gol di Mancuso che si inserisce grazie all'errore di Radu. Non disdegna al 70' una delle sue migliori uscite a caccia di farfalle sulla punizione di Brienza. Si supera però nel primo dei 4' di recupero finale quando con un colpo di reni evita il gol del pareggio

Basta 7: letteralmente scatenato, nasce da un suo cross in area il batti e ribatti da cui scaturisce al 17' il gol di sinistro di Biglia. Il suo gran destro al 30' viene deviato da Mirante in angolo.

de Vrij 7: un pilastro. Gioca alto, spesso sulla linea di centrocampo, morde le caviglie agli avversari, li anticipa senza lasciar loro respiro, sia di piede che di testa. Insostituibile, vicino a lui qualsiasi centrale di difesa fa bella figura. Senza sbavature per tutta la gara, rischia al 59' con un retropassaggio un po' corto che Berisha deve spazzare via con i piedi.

Gentiletti 6,5: torna al suo posto accanto a de Vrji e fa la sua onesta partita, fatta di esperienza e di attenzione. Ottimi un paio di anticipi in area, di cui uno essenziale a preservare il risultato.

Radu 5: torna dopo l'infortunio muscolare e il turno di squalifica scontato in Champions. Molto mobile, spesso si spinge a supporto in attacco. Tutto bene fino al 43' quando da un suo erroraccio nasce l'inserimento e il gol di Mancosu. Presente e attento nel resto della partita, è costretto al fallo per un errore di Cataldi rimedia il giallo.

Lulic 6,5: torna nel suo ruolo di interno di centrocampo e sfodera una generosa prestazione fatta di corsa, recuperi, proposizioni. Manca il gol di un pelo, anticipato da un difensore rossoblu. Esce al 61' sostituito da Milinkovic-Savic.

Milinkovic-Savic 5,5: entra e rimedia un'ammonizione per una bella gomitata su un avversario in elevazione. Anche lui non sembra essere ancora in condizione, il fisico possente non lo aiuta di certo. Ancora non inserito a dovere nel gioco di Pioli, sembra alla ricerca continua della posizione. Non mancano alcuni spunti interessanti, come quando Parolo la mette sul secondo palo e lui in spaccata non riesce a inquadrare la porta. Da rivedere, i mezzi ci sono.

Biglia 7: in netta ripresa dopo la prova opaca contro il Bayer Leverkusen, lucido, veloce, essenziale in fase di contrasto, propositivo negli inserimenti: nasce così il suo splendido gol di sinistro (il primo con questo piede per lui nel campionato italiano) dopo un batti e ribatti in area. La sua gara termina al 51' quando esce in lacrime dal campo sulla barella mobile: una lesione al polpaccio destro da valutare tra il primo e il secondo grado che lo terrà fuori dal campo per un bel po' di tempo. Con la sua uscita la Lazio perde il baricentro e sbanda, lasciando campo al Bologna.

Cataldi 6: entra al 51' per sostituire l'infortunato capitano della Lazio. Dopo pochi minuti un suo banale errore libera Mancosu che cerca di ripetersi come nel primo tempo. Splendido il suo tiro da fuori di sinistro che Mirante deve parare con difficoltà in due tempi. Inizia male, ma termina bene. Al di sotto del suo standard qualitativo

Parolo 6,5: il centrocampista ovunque, l'uomo di fiducia di Pioli torna a esprimersi ma non ancora in una delle sue migliori prestazioni fatte di mobilità, attenzione, recuperi, contrasti e inserimenti. Non è ancora in condizione ma cresce con il passare dei minuti.

Candreva 7,5: è tornato il calciatore instancabile e a tutto campo che si è rivelato con la Lazio. Al 14' una sua cannonata di destro da fuori viene deviata miracolosamente da Mirante in angolo. Scambia spesso posizione con Kishna sulle fasce e si sbraccia quando i compagni non si accorgono che è tutto solo nella sua parte di campo. Al 29' Mirante è attento su un suo potente destro dal vertice dell'area. Curiosamente con l'uscita di Biglia, la fascia di capitano va sul suo braccio. Bello il suo destro al 53' che però termina sul fondo. Continua a macinare chilometri sul campo fino al 75', quando viene rilevato da Felipe Anderson. Poco prima, azione personale da vero campione, con dribbling a rientrare da fondo campo e gran botta di destro che Mirante devia in tuffo in corner.

Felipe Anderson 6,5: sostituisce l'ottimo Candreva e non fa mancare il suo apporto di corsa, spunti, dribbling e giocate di classe. Al 77' dopo un veloce scambio con Keita manda di destro sopra la traversa. Ma non punge davvero come sa fare. A volte si intestardisce al tiro da fuori colpendo in pieno l'avversario.

Kishna 7,5: quale migliore esordio per il giovane talento olandese che uno splendido gol di sinistro dopo 23 minuti? Raccoglie un perfetto traversone di Candreva e ha tempo e spazio per battere Mirante sul suo angolo destro. Dotato di un gran fisico, di eccellenti doti tecniche, capace di virtuosismi da fuoriclasse, dimostra un'ottima intesa con Keita. Proprio su un suo passaggio s'inserisce in area ma il suo destro è miracolosamente murato da Oikonomou

Keita 8: dopo lo splendido gol da centravanti contro il Bayer Leverkusen e la contestuale assenza sia di Diordjevic che di Klose per infortunio, il posto al centro dell'attacco non può che essere suo fin dal primo minuto. Ubriaca letteralmente la difesa del Bologna con movimenti e spunti da vero talento: sue le azioni personali al 42' (tiro troppo alto però), al 47' quando prende il tempo a Rossettini ma non riesce a impensierire Mirante, ancora al 47' quando entra in area dalla sinistra e tiro da posizione angolata, al 65' quando calcia a rete su assist di Kishna ma Mirante alza sulla traversa. Ancora cerca l'azione al 93' ma viene contrastato efficacemente dalla difesa rossoblu. Questo ragazzo ha grandi mezzi e grande talento. Ma non sarà che con lui Pioli abbia commesso qualche errore di valutazione in passato? Appena gli si dà spazio, la sua forza viene tutta fuori, prepotente.

Pioli 6,5: la sua Lazio è tanta e bella e dà spettacolo in campo sottomettendo il Bologna che non riesce letteralmente a respirare. Benissimo per 25 minuti. Poi un po' di supponenza e al 43' la sua Lazio subisce il gol di Mancosu. Con l'uscita di Biglia per infortunio la squadra si perde per larghi tratti concedendo campo e occasioni al Bologna dell'ex Delio Rossi. Lazio che torna a macinare gioco solo negli ultimi 20 minuti. Ha ragione il mister a lamentarsi nel dopo partita perché la vittoria è arrivata con troppa sofferenza.


IL TABELLINO
LAZIO-BOLOGNA 2-1
Marcatori
: 17' Biglia (L), 23' Kishna (L), 43' Mancosu (B)

LAZIO (4-3-3): Berisha; Basta, de Vrij, Gentiletti, Radu; Parolo, Biglia (51' Cataldi), Lulic (61' Milinkovic-Savic); Candreva (75' Felipe Anderson), Keita, Kishna. A disp.: Guerrieri, Mauricio, Patric, Hoedt, Konko, Braafheid, Onazi, Morrison, Mauri.
All. Stefano Pioli

BOLOGNA (4-3-1-2): Mirante; Ferrari, Oikonomou, Rossettini, Masina; Crimi (46' Pulgar) , Crisetig (83' Diawara), Brighi; Brienza; Acquafresca (75' Destro), Mancosu. A disp.: Da Costa, Stojanovic, Ceccarelli, Maietta, Morleo, Silvestro, Falco.
All. Delio Rossi

ARBITRO: Rocchi (sez. Firenze). ASS. Posado- Stallone. IV: Longo. ADD: Damato-Baracani

NOTE. Ammoniti: 54' Brighi (B), 68' Milinkovic-Savic (L), 90' Radu (L)
Recupero: 1' pt, 4' st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.