Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 22 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - UCL play-off: Lazio, fuori dalla Champions League

Il 3-0 del Bayer Leverkusen nella partita di ritorno vanifica il vantaggio di misura dei biancocelesti allo Stadio Olimpico

27.08.2015 - Simone Di Tommaso



CALCIO - UCL play-off: Bayer Leverkusen-Lazio 3-0. Le pagelle biancocelesti

Disastri difensivi di de Vrij e Mauricio, che viene anche espulso al 68'. Biancocelesti sovrastati dai tedeschi in ogni...
Leggi l'articolo

CALCIO - UCL play-off: Lazio, 1-0 che fa ben sperare

Nell’incontro di andata del preliminare di Champions League, gli uomini di Pioli conquistano un’importante...
Leggi l'articolo

CALCIO – UCL play-off: Lazio-Bayer Leverkusen 1-0. Le pagelle biancocelesti

Partita bloccata per oltre 70 minuti, nella ripresa entra Keita per Klose e decide la gara con uno splendido gol in...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SULLA LAZIO

Tutte le partite della S.S. Lazio commentate da Laura Cigna, conduttrice della trasmissione “Olympia &...
Leggi l'articolo

Il gol di Bellarabi

Non è bastato l'1-0 dell'andata. I tedeschi del Bayer Leverkusen si sono dimostrati per l'occasione un avversario al di sopra delle possibilità dei biancocelesti. In un BayArena gremito di tifosi - tra i quali 2000 supporter laziali, il Leverkusen sfodera una prestazione che non lascia alcuno scampo alla formazione di Pioli. Il 3-0 finale consente ai tedeschi di lasciarsi il preliminare alla spalle, con i biancocelesti che retrocedono in Europa League. È un bicchiere mezzo vuoto per la squadra romana. Complici le assenze di calciatori con esperienza internazionale come Klose, Biglia e Marchetti, gli undici di Pioli non sono mai riusciti a entrare in partita. L'inesperienza di alcuni elementi e la troppa irruenza di altri, leggasi Mauricio, hanno decretato un risultato finale inevitabile. Eppure per 40 minuti i biancocelesti hanno tenuto botta alle arrembanti azioni dei padroni di casa. Poi il gol del vantaggio di Çalhanoğlu sullo scadere, il raddoppio di Mehmed all'inizio della seconda frazione di gioco e, soprattutto, l'espulsione di Mauricio al 68', hanno tagliato le gambe alle ambizioni laziali. Migliore in campo, ancora una volta, è Keita. Appena sotto Basta. Tante insufficienze per gli altri.

LE FORMAZIONI - Come anticipato alla vigilia, Pioli opta per un 3-4-3 che si trasforma in un difensivo 5-4-1. La linea dei tre di difesa è composta da Mauricio, De Vrij e Radu. A centrocampo Onazi prende il posto dell'infortunato Biglia. Al suo fianco agisce Parolo. Sulle fasce troviamo Basta e Lulic. In attacco Keita, in posizione di punta centrale, è supportato da Candreva e da Felipe Anderson. Schmidt risponde un 4-2-3-1 a spiccata vocazione offensiva. Bellarabi, Çalhanoğlu e Mehmed sono i trequartisti a supporto dell'unica punta Kiessling.

PRIMO TEMPO - I biancocelesti scendono in campo concentrati e determinati. Dopo appena quattro minuti Keita e Felipe Anderson hanno l'occasione di impensierire Leno. Poi entrano in scena i padroni di casa. Azione dopo azione, il Bayer inizia a costruire tanto gioco. I suoi giocatori migliori si confermano piuttosto in forma. Alla mezz'ora Kiessling colpisce l'incrocio dei pali con Berisha battuto. Poco più tardi, arriva l'occasione per Keita. Il difensore tedesco Tah lo trattiene in malo modo e cadendo a terra probabilmente tocca con la mano il pallone sul tiro del laziale. L'attaccante spagnolo reclama il calcio di rigore. L'arbitro non è però dello stesso avviso. La moviola confermerà, successivamente, l'evidenza del calcio di rigore. Un rigore messo a segno avrebbe potuto essere un episodio di svolta della partita. Al 40' una grave incomprensione tra De Vrij e Berisha a Çalhanoğlu un pallone invitante. Per il calciatore del Bayer è un gioco da ragazzi infilare in rete. Sull'1-0 la Lazio è tramortita.

SECONDO TEMPO - Nessuna sostituzione al rientro in campo. I biancocelesti lasciano, però, tutte le ambizioni europee negli spogliatoi. Dopo soltanto tre minuti arriva il raddoppio dei tedeschi. Mauricio sbaglia i tempi di uscita e Mehmedi, su assist di Bellarabi, infila facilmente Berisha. Poco dopo solo una prodezza di Berisha nega a Çalhanoğlu il 3-0. In campo rimane una sola squadra. La Lazio non riesce più a creare gioco e alterna nervosismo a evitabili disattenzioni. Pioli prova a correre ai ripari e inserisce Kishna al posto di uno spento Radu. Il modulo passa al 4-2-3-1. Un gol potrebbe riaprire il discorso qualificazione. Proprio nella migliore fase biancoceleste, la squadra rimane in dieci grazie all'espulsione di Mauricio. L'ingresso in campo di Gentiletti al posto di Felipe Anderson chiude definitamente la partita. A due minuti dal 90' Bellarabi sigla il gol del 3-0 e condanna la Lazio alla retrocessione in Europa League.


IL TABELLINO
BAYER LEVERKUSEN-LAZIO 3-0
Marcatori
: 40' Çalhanoğlu, 48' Mehmedi (B), 88' Bellarabi (B)

BAYER LEVERKUSEN (4-2-3-1): Leno; Hilbert, Papadopoulos, Tah, Wendell; Kramer, Bender; Bellarabi (89' Ramalho), Çalhanoğlu (79' Kruse), Mehmedi (75' Brandt); Kiessling.
A disp. Kresic, Donati, Boenisch, Seung-Woo.
All. Roger Schmidt

LAZIO (3-4-3): Berisha; Mauricio, de Vrij, Radu (56' Kishna); Basta, Onazi (82' Morrison), Parolo, Lulic; Candreva, Keita, Felipe Anderson (70' Gentiletti).
A disp. Guerrieri, Konko, Cataldi, Milinkovic-Savic.
All. Stefano Pioli

ARBITRO: Carlos Velasco Carballo (ESP). ASSISTENTI: Alonso-Yuste. IV: Nevado Rodriguez . ADD.: Manzano-Del Cerro.

NOTE. Ammoniti: 37' Bellarabi (B), 60' Mauricio (L), 67' Wendell (B), 71' Parolo (L), 74' Lulic (L), 86' Hilbert (B). Espulsi: 68' Mauricio (per doppia ammonizione).
Recupero: 3' st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.