Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 22 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Chievo-Lazio 4-0. Le pagelle biancocelesti

Sconfitta sonora e imbarazzante per gli uomini di Pioli che, dopo soli 15 minuti, cadono sotto i pesanti colpi dei veronesi

30.08.2015 - Alessandro Staiti



CALCIO - La Lazio affonda sotto la goleada del Chievo

Dopo tre gol dal Bayer Leverkusen ne arrivano quattro dai veronesi. La sconfitta porta Matri in prestito dal Milan
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Chievo Verona 1-1. Le pagelle biancocelesti

Klose, gol da campione del mondo. Paloschi sigla la rete del pareggio. Candreva mette il turbo ma non segna
Leggi l'articolo

CALCIO - La Lazio frena col Chievo, allungo fallito

Al gran gol di Klose risponde Paloschi. Biancocelesti buoni a tratti e sfortunati, tante le occasioni mancate
Leggi l'articolo

CALCIO - A Verona la Lazio non va oltre il pareggio a reti bianche

Dopo i k.o. contro Empoli e Juventus, il Chievo ferma i biancocelesti sullo 0-0. Gara senza emozioni
Leggi l'articolo

Il gol di Paloschi

Berisha 4: il pallone dell'1-0 di Meggiorini è deviato involontariamente da Gentiletti, gli rimbalza davanti ed entra in porta. Lui sta a guardare, forse poteva fare qualcosa di più nell'occasione. Poco può invece sul gol di Paloschi. Ma le sue responsabilità maggiori sono sul terzo gol di Birsa da punizione angolata: respinge il pallone all'interno del proprio incrocio dei pali. Inesistente sul quarto gol di Paloschi. Notte fonda. Questo ragazzo non può fare il secondo di Marchetti.

Basta 6: molto attivo come sempre sulla fascia, dialoga come sempre di grande intesa con Candreva. Dopo 15 minuti va nel pallone insieme a tutta la squadra, eppure riesce a esibirsi in qualche salvataggio alla disperata in area nel primo tempo. Pioli inaspettatamente lo lascia negli spogliatoi e gli preferisce l'esordiente Patric a inizio della ripresa. Era stato il migliore dei suoi

Patric 5: schierato dal primo minuto del secondo tempo a sostituireBasta, che non stava facendo male, anzi forse uno dei migliori dei suoi. Buono il suo cross per Parolo che non riesce però a trovare la via del gol. Manca la diagonale difensiva sul gol di Paloschi del 4-0. Però fa di tutto per farsi vedere dai compagni proponendosi spesso in avanti. 

de Vrij 4,5: attento a destra insieme a Basta, per quello che può, mentre dall'altra parte si apre una falla gigantesca grazie a Gentiletti e Radu. Travolto da Bersiha che esce di pugno a valanga.

Gentiletti 4,5: pasticcia come un dilettante sul gol di Meggiorini ed è anche sfortunato perché devia il tiro spiazzando Berisha. Più attento nel resto della gara, ma non è di certo il difensore impeccabile che qualcuno aveva incoronato dopo poche gare all'inizio dello scorso campionato prima dell'infortunio. Si riscatta parsialmente su Paloschi al 67' chiudendo in angolo in scivolata.

Radu 4,5: inizia bene in attacco, come il resto dei suoi compagni. Poi si rende colpevole del secondo e del terzo gol del Chievo: sul gol di Paloschi perché se lo perde completamente, sul terzo perché causa con un fallo incauto davanti all'area la punizione su cui va a segno Birsa.

Parolo 6: dopo un primo tempo di confusione, prova la spizzata di testa su un buon cross di Patric, ma Bizzarri è bravo e devia in tuffo in angolo. Non smette di lottare, ma gira a vuoto e affonda assieme ai compagni. Al 78' è sfortunato perché il suo colpo di testa su calcio d'angolo viene fermato dal palo. Forse l'unico che si salva nel disastro generale.

Cataldi 4,5: il ragazzo non c'è ancora, non ai livelli in ci si era espresso e aveva sorpreso per maturità e agonismo. Anzi, al 73' rimedia anche un giallo per un pestone a un avversario.

Lulic 4,5: attivo e generoso nei primi 15 minuti, ma nervoso, disordinato e inconcludente nel resto della prima frazione di gioco. Pioli lo lascia negli spogliatoi a inizio ripresa preferendogli Morrison

Morrison 5: le giocate e il talento non gli mancano, ma entrare sotto di 3 gol non è facile per un quasi esordiente.

Candreva 4,5: va alla conclusione nei primi minuti, ma Bizzarri è attento. Si ripete su una ribattuta di Bizarri su Keita, ma tira alto sulla traversa. Gira a vuoto poi, perdendo anche palloni tentando di liberarsi di raddoppi di marcatura, e al 60' lascia il posto a Felipe Anderson.

Felipe Anderson 4,5: corre, corre, corre, ma non c'è traccia di una fiammata di qualità come aveva abituato sil suo pubblico nello scorso campionato.

Keita 5: ci prova, soprattutto nel primo quarto d'ora, invertendo spesso la posizione con Candreva e Kishna. Bizzarri gli nega subito la gioia del gol in tuffo, poi notte fonda anche per lui, che non riesce a incidere neanche un po' sulla gara.

Kishna 5: anche lui ha i mezzi e il talento, ma pur proponendosi e rimanendo in campo fino a fine gara, non combina assolutamente nulla.

Pioli 4: il mister, dopo la firma di Mauri, ha affermato che in attacco la Lazio è completa. In conferenza pre Chievo-Lazio ha affermato di aver visto lo sguardo giusto negli occhi dei suoi calciatori. Forse deve farsi controllare da un oculista. Oggi fa entrare Patric al posto di un buon Basta, che non si è affatto infortunato. Poi Morrison, e Kishna da titolare. Un chiaro messaggio alla società: gli allenatori parlano con le formazioni, non nella conferenze stampa. La sua Lazio gioca per 15 minuti schiacciando il Chievo nella propria area, ma dopo il primo gol sparisce in un buco nero ed entra nelle peggiori notti di buio pesto. Saranno due settimane di passione, in attesa della ripresa contro l'Udinese in casa dopo la sosta per le nazionali. 


IL TABELLINO
CHIEVO VERONA-LAZIO 4-0
Marcatori
: 12' Meggiorini (C), 30' Paloschi (C), 45' Birsa (C), 68' Paloschi (C)

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi; Hetemaj, Rigoni (73' Cacciatore), Castro; Birsa (81' Pepe); Meggiorini (86' Mpoku), Paloschi.
A disp. Bressan, Seculin, Dainelli, Sardo, Mattiello, Christiansen, Damian, Pellissier, Inglese.
All. Maran.

LAZIO (4-3-3): Berisha; Basta (46' Patric), de Vrij, Gentiletti, Radu; Parolo, Cataldi, Lulic (46' Morrison); Candreva (59' Felipe Anderson), Keita, Kishna.
A disp. Guerrieri, Konko, Mauricio, Hoedt, Braafheid, Oikonomidis, Onazi, Milinkovic-Savic, Mauri.
All. Pioli.

ARBITRO: Di Bello (sez. Brindisi). ASS.: Vivenzi-Galloni. IV: Meli. ADD.: Guida-Maresca.

NOTE. Ammoniti: 73' Cataldi (L)
Recupero: 2'pt; 2' st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.