Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 11 agosto 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Euro 2016: settimana decisiva per molte nazionali

Grazie alle novità introdotte quest'anno, Inghilterra, Italia, Slovacchia, Germania e Austria potrebbero qualificarsi con largo anticipo

03.09.2015 - Luca Sabatano



VELA - Debutto russo per Filippo Baldassari delle Fiamme Gialle

Il campione recanatese in acqua per riscattarsi dopo il mondiale
Leggi l'articolo

SPECIALE EUROPEI - GRAZIE LO STESSO!!!

Finale amara, la Spagna ci domina 4-0  
Leggi l'articolo

CALCIO - Una Roma spavalda mette alle corde il Palermo

Tre gol in mezz'ora (Pjanic, Florenzi e Gervinho) e gara in discesa. Chiude con una doppietta l'attaccante ivoriano
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Frosinone 2-0. Le pagelle biancocelesti

Gara bloccata per 80 minuti, quando Keita, subentrato a Kishna, segna con un destro d'autore. Il raddoppio di...
Leggi l'articolo

Euro 2016

NOVITÀ - Oggi, giovedì 3 settembre 2015, si apre una settimana decisiva per le qualificazioni a EURO 2016, il campionato europeo di calcio che si disputerà in Francia dal 10 giugno al 10 luglio 2016. Il calendario internazionale 2015/2016 prevede il primo stop dei campionati nazionali per lasciare spazio a un doppio turno di partite che potrebbe riservare già alcuni verdetti definitivi. Con il 60% delle partite già disputate, molte squadre potrebbero qualificarsi con largo anticipo grazie alla novità introdotta quest'anno che prevede l'aumento da 16 a 24 delle nazionali partecipanti alla fase finale. In questo modo, si qualificheranno direttamente le prime due di ciascuno dei nove gironi, più la migliore terza (non più solo le prime quindi), mentre le altre otto terze classificate giocheranno uno spareggio per stabilire le ultime 4 squadre qualificate (prima il playoff era riservato alle seconde). In totale, quindi, 18 squadre tra prime e seconde dei gironi, più 5 terze, più la Francia già qualificata in quanto paese ospitante.

ITALIA - Seconda nel gruppo H con 12 punti (uno in meno della Croazia e due in più della Norvegia, terza), gli azzurri potrebbero centrare con largo anticipo l'obiettivo della qualificazione, avendo a disposizione due partite casalinghe: oggi 3 settembre 2015 a Firenze contro Malta e il 6 a Palermo contro la Bulgaria. In caso di doppio successo, la nazionale di Antonio Conte si porterebbe a 18 punti con sole due altre partite da giocare. In tal modo, non solo si assicurerebbe matematicamente il terzo posto, ma metterebbe anche una seria ipoteca sul secondo posto, soprattutto se la Norvegia non dovesse battere la Croazia nello scontro diretto. Gli scandinavi, infatti, hanno un calendario meno agevole dell'Italia, visto che in questo doppio turno dovranno affrontare Bulgaria e Croazia. Quest'ultima invece procede spedita la sua marcia verso la qualificazione, nonostante la penalizzazione di un punto dovuta all'episodio della svastica apparsa sul terreno di gioco di Spalato durante il match pareggiato contro l'Italia. La squadra di Nico Kovac continua a essere prima nel girone, con 13 punti e, a parte la trasferta in Norvegia, ha un calendario molto agevole.

GLI ALTRI GRUPPI
Gruppo A - La sorprendente Islanda è in testa con 15 punti, davanti a Repubblica Ceca (13), Olanda (10) e Turchia (8). Fuori gioco Lettonia e Kazakhstan. Gli olandesi sono attesi da due scontri diretti, in casa con l'Islanda e in trasferta con i turchi, nei quali si giocano larga parte della loro qualificazione. La Repubblica Ceca, invece, grazie a un calendario più agevole, potrebbe già staccare il biglietto per la Francia al termine di questo doppio turno. Più complicata la situazione della Turchia, costretta a vincere tutte le partite.

Gruppo B - Anche qui è in testa una outsider, il Galles, con 14 punti, ma la situazione è molto più incerta, con ben 5 squadre in lotta per la qualificazione. Oltre ai britannici, infatti, ci sono anche Belgio (11 punti), Israele (9), Cipro (9) e Bosnia 8. Saranno determinanti gli scontri diretti previsti in questo doppio turno, con Belgio-Bosnia, Cipro-Galles, Galles-Israele e Cipro-Belgio. L'Andorra, a zero punti, regalerà tre punti nelle ultime 4 partite a tutti tranne Cipro, con cui ha già giocato entrambi i match. A ottobre i primi verdetti.

Gruppo C - Qui invece sono già note le tre squadre che si contenderanno i primi tre posti, con la classifica che vede in testa a punteggio pieno la Slovacchia - (18 punti), seguita da Spagna (15) e Ucraina (12). Fuori gioco appaiono Bielorussia, Macedonia e Lussemburgo. In questo doppio turno gli slovacchi sono attesi da due test molto importanti: in trasferta contro la Spagna e in casa contro l'Ucraina. Con due pareggi o un successo sull'Ucraina, la squadra capitanata da Marek Hamsik staccherebbe il biglietto per Parigi.

Gruppo D - La Polonia è in testa con 14 punti, ma la Germania a 13 prepara il sorpasso con lo scontro diretto del 4 settembre a Francoforte. In lizza anche la Scozia (11 punti) e la Repubblica d'Irlanda (9 punti), con quest'ultima leggermente favorita in questa tornata, visto che entrambe affronteranno la Georgia, ma nell'altro match gli irlandesi dovrebbero incassare tre punti facili contro Gibilterra, mentre gli scozzesi affronteranno la Germania nel mitico Hampden Park di Glasgow. Se dovesse perdere a Francoforte, la Polonia potrà comunque mantenere un'ottima posizione vincendo il secondo match contro Gibilterra.

Gruppo E - È il gruppo dell'Inghilterra, unica squadra a punteggio pieno insieme alla Slovacchia. Per questo motivo, la squadra di Roy Hodgson potrebbe essere la prima a qualificarsi per la fase finale, già da sabato 5 settembre, quando scenderà in campo a Serravalle contro il modesto San Marino. Con una vittoria l'Inghilterra sarebbe matematicamente seconda, a prescindere dagli altri risultati. Sarà scontro duro invece tra Svizzera (12 punti) e Slovenia (9) per il secondo posto. Sabato 5 settembre al St. Jakob di Basilea si giocherà lo scontro diretto, poi gli elvetici l'8 settembre faranno visita agli inglesi, che quasi sicuramente saranno già qualificati. Per questo la Svizzera appare leggermente favorita sulla Slovenia, soprattutto perché ha lo scontro diretto in casa.

Gruppo F - Nei primi 6 turni ci sono state parecchie emozioni, a partire dal tracollo della Grecia, campione d'Europa 11 anni fa e ora ultima con soli 2 punti. In vetta alla classifica si sono alternate la Romania (ora prima con 14 punti) e l'Irlanda del Nord (seconda a 13). L'Ungheria insegue a 11 punti e si gioca tutto in questo doppio turno con due scontri diretti: il 4 settembre alla Groupama Arena di Budapest ospiterà la Romania, mentre il 7 volerà a Belfast per giocarsi l'ultima chance contro i nordirlandesi. Poche possibilità di raggiungere il terzo posto sembrano avere le isole Far Oer (6 punti) e la Finlandia (4).

Gruppo G - Anche qui sorpresa in vetta, con l'Austria prima a 16 punti, davanti alla Svezia (12) e alla Russia (8). Quest'ultima ha messo fine alla ‘telenovela Capello', con una buonuscita (pare) di circa 15 milioni di euro, dopo le opache prestazioni delle prime partite del girone. La selezione nazionale è stata affidata ad interim al tecnico del Cska Mosca, Leonid Slutski. Per lui subito lo scontro diretto con la Svezia, il 5 settembre a Mosca, dal quale si capirà se i russi possono ancora lottare per un posto di qualificazione diretta o se dovranno accontentarsi del terzo posto con relativo spareggio. Una soluzione di ripiego, agevolata dal petardo lanciato da un tifoso montenegrino contro il portiere russo - con relativa vittoria a tavolino - che ha tagliato fuori dalla corsa per il terzo posto il Montenegro. A questo punto la Russia non può proprio mancare il terzo posto, visto che nemmeno Moldavia (2 punti) e Liechtenstein (5 punti) sembrano poter insidiarla.

Gruppo I - Nell'unico girone composto da sole 5 squadre sono già note le tre nazionali che si contenderanno i primi due posti, visto che la modestia dell'Armenia e la follia dei tifosi della Serbia hanno messo fuori gioco queste due nazionali. Le tre concorrenti sono il Portogallo (12 punti), la Danimarca e l'Albania (10 punti ciascuna ma i danesi hanno giocato una partita in più). La squadra allenata da Giovanni De Biasi è la vera sorpresa del gruppo, capace di vincere in Portogallo nella gara inaugurale del girone. Poi la partita vinta a tavolino 3-0 in Serbia - con ulteriore penalità di 2 punti a danno di quest'ultima, a causa dell'ennesimo comportamento incivile dei tifosi serbi - ha spianato la strada agli albanesi. Ora però gli uomini di De Biasi si giocano tutto in questo doppio turno: prima la trasferta in Danimarca e poi la partita in casa contro il Portogallo diranno se l'Albania è pronta al definitivo salto di qualità o se dovrà accontentarsi di accedere agli spareggi.

MARCATORI - Infine, uno sguardo alla classifica marcatori del torneo. In testa il polacco Robert Lewandowski con 7 gol, seguito dall'inglese Danny Welbeck con 6 e da un folto gruppo di calciatori a quota 5, tra cui i campioni Cristiano Ronaldo, Bale, Ibrahimovic, Dzeko, Rooney e Muller, ma anche bomber meno noti, come l'ex palermitano dell'Irlanda del Nord, Kyle Lafferty, o l'israeliano Omer Damari e lo sloveno Milivoje Novakovic.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.