Recensioni Brevi: CarneƬgra e Massimo Bubola

27.05.2008 - Edoardo Iervolino

Carneìgra - Santinsaldo
(Spaziozero produzioni)
Genere: Acustico Popolare
6,5
MySpace


Divertissement: termine complesso da tradurre in note musicali. I livornesi Carneìgra riescono però a tradurre le parole in accordi. “Santinsaldo” è un album divertente, global quanto basta per individuare, ad una ad una tutte le loro influenze world music. Dalle svisate zigane alle armonie simili alle ensamble improvvisate che suonano nelle piazze italiane. Ritmi blandi, tranquilli, spogli di strumenti ma ricchi di un’enfasi datata e talmente fuori dal tempo da risultare attualissima. La title track è la gemma più scintillante di questo lavoro onesto che scorre lungo i solchi già tracciati dai Gothan Project e dall’Orchestra di Piazza Vittorio. Si respira felicemente la malinconia di una musica semplice, schietta come il vino di terra toscana, come l’amore per le donne, come la bellezza della vita. Una boccata d’aria dallo stress di tutti i giorni.



Massimo Bubola - Ballate di Terra e d’Acqua
(Eccher Music)
Genere: Rock
5,5
Sito

Carriera lunga quanto la sua fama di ottimo paroliere. Massimo Bubola è uno dei vecchi maestri del cantautorato italiano di un tempo. Attitudine country - blues per un rock semplice dalle parole falsamente ingenue. Ma questa volta il buon Bubola non riesce a convincerci del tutto. “Ballate di Terra e di Acqua” appassiona solo a tratti e si colloca, mutatis mutandis, a metà strada tra il primo Ligabue e l’ultimo Vasco Rossi, così discostandosi dalla tradizione di De Andrè e De Gregori. E’ musica ben fatta, coriacea ma allo stesso tempo sentita già troppe volte. I testi, inoltre, non aggiungono nulla ad un album complessivamente ascoltabile ma che pecca in sentimento e in presa sull’ascoltatore, che ben presto, si stuferà di dedicare tempo all’ascolto del Bob Dylan di casa nostra. Carriera ottima ma questa ultima uscita proprio non ci va giù. Siamo sicuri comunque che Bubola continuerà, giustamente, ad esportare la propria arte in giro per l’Italia e a cantare i suoi classici a pieni polmoni, come sempre.

 

Entrambi i CD sono presentati da Lunatik