GIORDANIA: CROCEVIA DI POPOLI E DI CULTURE

fino al 31 gennaio 2010

08.11.2009 - Simone Di Tommaso

  In occasione della visita di Stato delle Loro Maestà il Re e la Regina Abdullah II e Rania Al-Abdullah, è stata promossa dalla Presidenza della Repubblica Italiana, nelle Sale delle Bandiere del Palazzo del Quirinale, una mostra dedicata ad uno degli Stati più ricchi di storia, di arte e di cultura del Medio Oriente: la Giordania.
La storia della Giordania, infatti, è come quella di un affascinante mosaico in cui le tessere sono rappresentate dalle conquiste e dai popoli, i quali hanno lasciato una loro impronta nella cultura del Paese, creando un immenso patrimonio artistico e archeologico.
L'esposizione è l'occasione per far ammirare al grande pubblico italiano sessanta capolavori risalenti alle varie fasi della storia della Giordania e usciti per la prima volta dai musei di Petra e di Amman: essi sono la testimonianza della ricchezza di un Paese, da sempre crocevia di popoli e di culture, che ha attraversato oltre dieci millenni di storia.
Le statue e gli oggetti esposti seguono un ordine cronologico. Nella prima delle due sale si affrontano il periodo Neolitico, le Età del Bronzo e del Ferro, il periodo Ellenico e si arriva alla conquista romana, avvenuta nel 64 a.C. Nella seconda sala si assiste, invece, ai periodi storici successivi, come la dominazione bizantina e quella araba, per poi arrivare al periodo dell'Impero Ottomano.
Tra i pezzi più significativi si segnalano un idolo antropomorfo in arenaria del I-II secolo, una coppa in oro e un pendente con cammeo di età romana, ma, soprattutto, la statua di grandi dimensioni più antica del mondo, risalente a più di diecimila anni fa, alta poco meno di un metro, che accoglie i visitatori all'ingresso della prima sala.

 

dal 23 ottobre al 31 gennaio 2010
Palazzo del Quirinale - Sale delle Bandiere, piazza del Quirinale, Roma
dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 12; lunedì chiuso
Ingresso gratuito