Festival Internazionale della Luce

fino al 10 gennaio 2010

05.01.2010 - Luigia Bersani

  Dal 6 dicembre 2009 al 10 gennaio 2010 Milano s'illumina d'immenso. Immenso è lo stupore di chi si imbatte, percorrendone le strade, nel primo Festival Internazionale della Luce. La città ospita le installazioni di designer provenienti da tutto il mondo che con le loro opere colorano ogni angolo di Milano, dai luoghi storici alle vie più comuni, dai monumenti imponenti agli angoli più anonimi. Il LED, Light Exhibition Design, rende ancora più maestosi di quanto non lo siano alcuni tra i luoghi più rilevanti di Italia. Con Kiss di Paul Cocksedge l'intera volta della Galleria Vittorio Emanuele si colora di un blu scintillante ad ogni bacio che i passanti si scambiano sotto l'enorme vischio che pende dall'alto. In piazza della Scala Mario Nanni e la sua luce della musica disegna e colora con fili di luce d'oro le sagome e le finestre dei quattro edifici che delimitano il perimetro della piazza e proietta sullo storico teatro immagini che si muovono a suon di musica. Castagna&Ravelli con Iacopo Tiscar propongono un'installazione che da secoli parla da sola, ma che oggi, con Luce sacra, è accessibile non solo agli occhi dei fedeli: le vetrate del Duomo, illuminate dall'interno, si rendono visibili sulla piazza e risaltano imponenti nel buio della sera. Ekaterina Vasilinko, Ernesto Sempere Garcia e Alvaro Insua Castro colorano i ponti sui navigli con luci variopinte il cui bagliore si riflette sull'acqua dei canali. Lorenzo Golinelli, Selena Mascia, Marco Morotti, Alberto Ricci Petitoni e Andrea Tampieri con Fiori di luce nella brezza della notte...tramutano in prato fiorito la silenziosa Piazza San Fedele, che con le sue inflorescenze luminose assume un aspetto di surreale mistero. Con LED non solo piazze e monumenti diventano irreali ma anche semplici elementi metropolitani quali biciclette pubbliche, fontane, tombini e orologi assumono sembianze nuove, Giorgia Brusemini e Marta Naddeo, ad esempio, inventano gli orologi personalizzati che cambiano il ritmo delle lancette in base ai diversi stati d'animo di chi le osserva proponendo un orologio attivo, uno stressato, uno calmo e molti altri tutti contraddistinti da tinte luminose differenti.

Non si tratta, quindi di una semplice luminaria natalizia, ma di un vero e proprio evento di spessore artistico volto a ridar vita agli antichi fasti della città meneghina. Nella sua prima edizione il Festival Internazionale della Luce non ha nulla da invidiare ai progetti di cui ripercorre le orme e che ormai da anni sono diventati tradizione consolidata per altre città italiane come Palermo e Torino. 

 

Festival Internazionale della Luce

LED Light Exhibition Design - I Edizione 2009

Città di Milano, luoghi vari

Dal 6.12.2009 al 10.01.2010

Dalle h19.00 alle h4.45

www.comune.milano.it/led