LATINAMERICANA - Rassegna Stampa

11.11.2014 - Luca Mershed

Internacional El País América Latina (Spagna) 


Il fuoco che ha oscurato la notte ad Iguala (Messico) 
In un'operazione di sterminio ben disegnata, frutto possibilmente di esperienze passate, decine di studenti sono stati raccolti dal comando di Iguala da agenti di Cocula che, cambiando le placche delle loro matricole, li hanno consegnati ai liquidatori del cartello nella breccia di Loma de Coyote i quali li hanno bruciati. Il fuoco si è portato avanti durante la notte più oscura di Messico. Le fiamme sono durate ore mentre i sicari, nella loro impunità, se ne andavano lasciando bruciare gli innocenti studenti. Spento il fuoco i barbari sono tornati per mettere i resti in buste della spazzatura nere; queste poi sono state buttate nel fiume San Juan. 


La Repubblica Dominicana si isola sul tema degli immigrati 
La CIDH (Comisión Interamericana de Derechos Humanos: organismo autonomo dell'Organizzazione degli Stati Americani, OAS) ha condannato la decisione del Governo della Repubblica Dominicana di separarsi dalla Corte Interamericana de Derechos Humanos della OAS che accusa ilPaese caraibico di discriminazione verso gli haitiani arrivati tra il 1999 ed il 2000.  
 
El Nuevo Día (Porto Rico)   
Viene approvato il progetto per aumentare le tasse sulle rimesse  
Solo dopo essere stata approvata una nuova tassa del 2% sulle rimesse, la Camera dei Rappresentanti ha avallato, la scorsa domenica, un progetto di legge per aumentare questa imposta al 3% affinché possano essere esserci più fondi per i programmi per la costruzione di abitazioni per le famiglie con basso reddito e per persone anziane.   


Si teme l'effetto contrario dalla tassa sul petrolio  
Fino ad ora, nessuna obiezione all'aumento della tassa del crudo è stata di "taglio tecnico" anche se questa tassa sembra possa gravare sulle tasche dei consumatori e sulle politiche dell'amministrazione di turno. Così lo ha interpretato il presidente della Commissione Camerale delle Finanze, Rafael Hernández, commentando sullo stallo tra Esecutivo e Legislativo rispetto al tema. 
 
La Razón (Bolivia)  
L'ILO chiede la formalizzazione dell'impiego per una maggiore crescita 
L'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) suggerisce formalizzare l'impiego e che le micro e le piccole imprese passino ad essere più grandi: tutto ciò per permettere lo sviluppo e la crescita deiPaesi dell'America Latina e dei Caraibi. I tassi d'informalità del continente americano (al 46,8%) impediscono che le economie dei Paesi della regione possano crescere e non contribuiscono alla qualità della produzione, alla produttività ed all'esportazione. 


La Bolivia ha il primo impianto al mondo per produrre latte di quinoa  
La Bolivia si prepara ad inaugurare il 20 novembre il Primo Impianto Industriale di Latte di Quinoa: un progetto innovativo che lancerà sul mercato fino a 4.800 litri di latte dell'alimento di tre sapori che si venderà al prezzo di Bs 6 per litro. Anche se l'impianto ha richiesto 249.000 Bs ed il costo totale del

progetto è stato di 1,12 milioni di Bs, quasi l'80% è stato finanziato dall'Unione Europea e dalla Fao.  

El Universo (Perù)  
Non potendo cambiare niente alla base, si prepara un anno di "socializzazione" 
La maggioranza della Comisión Especial Ocasional che trasmetterà il progetto degli emendamenti costituzionali all'Assemblea Nazionale, prepara un anno di tour per il Paese per "socializzare" con i cittadini le proposte e ricevere nelle commissioni generali chi è a favore ed in contro di ogniemendamento.