APPUNTAMENTI - Nuove proposte per un'etica nella finanza

In programma al Circolo della Stampa di Milano il 22 novembre

15.11.2012 - Simone Di Tommaso

Crisi economica, globalizzazione e libero mercato. E ancora: speculazione finanziaria e l'importanza dell'etica nell'economia. Sono queste le tematiche del nuovo convegno "Etica e Finanza" promosso dal Gruppo Editoriale S.E.I.,in programma a Milano il 22 novembre 2012 (ore 15.00) presso le sale Montanelli/Lanfranchi del Circolo della Stampa di Palazzo Bocconi. 

La reale possibilità di un mercato in cui è l'etica ad avere un valore preponderante, più importante di qualsiasi norma scritta. Contratti e negoziazioni, vantaggi e coperture assicurative, il diritto di ogni cittadino all'accesso al credito, fondi etici e il rapporto tra  risparmiatore e promotore finanziario. La crisi economica come freno per le risorse da destinare allo sviluppo e ai servizi essenziali e il tema della finanza etica finalizzata a escludere dal portafoglio dei fondi comuni di investimento le imprese coinvolte in interventi come la produzione di armi saranno gli spunti per questo nuovo dibattito.

Il convegno "Etica e Finanza", patrocinato dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Milano, si propone di mettere a confronto due mondi apparentemente lontani che tuttavia sono tenuti a confrontarsi e a interrogarsi su come bilanciare valori morali ed interesse economico. In un momento storico ed economico in cui la finanza è stata considerata responsabile della crisi economica globale e dei cambiamenti degli assetti politici di varie nazioni che hanno dovuto prendere posizioni ben precise rispetto ad essa, la riflessione su un comportamento etico della finanza si rende assolutamente necessario.

Il dibattito - che vedrà l'esposizione degli interventi di esperti della materia, moderati da Giuliano Giubilei vicedirettore del Tg3 e conduttore dell'edizione principale del telegiornale  - parte da questo impegno: discutere sulla reale possibilità di riportare l'economia in genere e la finanza in particolare a una dimensione umana e sociale. Finanza ed etica sembrerebbero infatti, allo stato attuale, due mondi di per sé non solo inconciliabili, ma anche in forte contrasto.

Riacquistare un'etica finanziaria consentirà di attenuare i criteri di competizione che identificano l'attuale sistema di economia e finanza avanzate per favorirne uno nuovo nel quale prevalga un'ottica di collaborazione ed equo profitto o profitto sostenibile. La teoria economica, da John Stuart Mill ad Adam Smith e Kenneth Arrow, ha sempre riconosciuto l'importanza della fiducia, dell'empatia, per qualsiasi attività economica. La mancanza di fiducia infatti innalza i costi delle transazioni economiche costringendo gli agenti a impiegare tempo e denaro per la ricerca di partner affidabili e per controllarne i comportamenti, con il rischio di selezionare e premiare quei manager che meglio di altri sono in grado di manipolare le aspettative degli investitori, in modo da alimentare artificiose lievitazioni del valore dei titoli azionari.

Il comportamento etico diventa un elemento di autoregolamentazione del sistema stesso, insieme all'importanza della vigilanza sui doveri imposti dalla legge e dai contratti, e l'informazione sulle conseguenze, sia giuridiche, sia finanziare  saranno temi centrali del dibattito.

"Etica e Finanza" è la seconda tappa di un ampio progetto culturale sul tema dell'etica. L'iniziativa ha esordito con il convegno "Etica delle Professioni", svoltosi a Roma lo scorso 21 giugno presso l'Auditorium Parco della Musica, e patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma, dal Comune di Roma e dall'Ordine degli Avvocati di Roma.

Tra i relatori che interverranno sono da segnalare: Raffaele Galano, Professore emerito di Finanza Aziendale e Risk Management; Elio Veltri, giornalista e politico italiano; Paolo Piccoli, notaio già Presidente del Consiglio Notarile di Milano, Michaela Marcarini, Consigliera dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano; Gioacchino La Rocca, Professore straordinario di Diritto Civile alla Scuola di Giurisprudenza di Milano-Bicocca; Umberto Buratti, Adapt Research Fellow, Germana Martano, Direttore Generale ANASF - Associazione Nazionale dei Promotori Finanziari, Luciano Hinna, Ordinario di Economia delle Aziende Pubbliche Dipartimento di Giurisprudenza Università di Roma "Tor Vergata" e Paolo Balice, Presidente Aiaf e referente per la commissione Wealth Planning.

Introdurranno il convegno Davide Corritore, Direttore Generale del Comune di Milano e Leonardo Salvemini, Assessore all'Ambiente Energia e Reti della Regione Lombardia.

Ai partecipanti al convegno saranno riconosciuti dall'Ordine degli Avvocati e dall'Ordine dei Dottori Commercialisti 3 crediti formativi professionali.

 

Per informazioni:

Gruppo Editoriale SEI

Viale Liegi , 14 - Roma

Tel . +39.06.90.20.39.41 - Fax +39.06.89.57.16.69

info@eticadelleprofessioni.it

www.eticadelleprofessioni.it