CALCIO – Lazio, prima storica vittoria in Germania

Splendida vittoria contro lo Stoccarda, biancocelesti sempre imbattuti in Europa League

08.03.2013 - Simone Di Tommaso

La Lazio brilla in Europa League e si conferma in terra tedesca con una bella vittoria per due reti a zero contro lo Stoccarda nel magico scenario del Mercedes-Benz Arena. Dopo aver buttato fuori il Borussia Moenchengladbach, la squadra biancoceleste ipoteca il passaggio del turno con una prestazione in trasferta molto convincente sotto tutti i punti di vista. È l'undicesima gara di coppa senza sconfitte e, soprattutto, è la prima storica vittoria in Germania.

Petkovic, reduce dalla discussa sconfitta in campionato contro il Milan, ha rivoluzionato la squadra mettendo in campo una formazione inedita, priva di ben 7 pedine titolari.
Il 4-4-1-1 vede un'originale linea difensiva, con Pereirinha e Radu sulle fasce e Ciani - Cana centrali; a centrocampo Candreva, Onazi, Hernanes e Lulic; Ederson dietro all'unica punta Kozak. In panchina titolari indiscussi come come Gonzalez, Ledesma, Floccari, Biava e Dias.

Nei primi minuti si vede già una squadra determinata a conquistare la vittoria. Il gioco è fluido. Onazi e Hernanes sembrano in palla come non mai. Prima del vantaggio laziale, al 15' è però lo Stoccarda a rendersi pericoloso dalle parti di Marchetti, che salva miracolosamente la porta sul colpo di testa di Okazaki. Al 21' arriva il vantaggio biancoceleste. Ederson, servito di petto da Pereirinha sul quale va a impattare il rinvio della difesa tedesca, brucia sul tempo la retroguardia dello Stoccarda e insacca in girata alle spalle di Ulreich con un potente sinistro dal limite. Al 41' è protagonista ancora Ederson, che manca di poco la porta con un colpo di testa. La squadra gestisce ora la situazione e prende in mano le redini del gioco. Lo Stoccarda sembra letteralmente stordito e incapace di riaprire l'incontro.

Al 56' arriva il raddoppio della Lazio con un numero da fuoriclasse del fresco campione d'Africa Onazi: Eddy sradica con intelligenza una palla a centrocampo e si invola verso la porta difesa da Ulreich. Con due finte si libera come un fantasista dei centrali difensivi dello Stoccarda e, dopo una corsa di quaranta metri, insacca con fredcdezza alla sinistra del portiere. È l'apoteosi. La partita si è incardinata sul binario giusto.

Dopo il raddoppio, Petkovic effettua qualche cambio, sostituendo Ederson con Ledesma, Hernanes con Gonzalez e Kozak con Floccari.
La partita non regala sussulti nei minuti finali. La Lazio nonostante il predominio non riesce a portare a 3 il bottino dei gol per il definitivo ko. Lo Stoccarda non impensierisce più di tanto la porta difesa da Marchetti.

I migliori in campo sono stati, senza dubbio, Ederson e Onazi, autori tra l'altro di due gol spettacolari. La loro prestazione è stata maiuscola sotto tutti i punti di vista. Possono essere considerati i due nuovi rinforzi della Lazio in vista della parte finale della stagione, oltre al rientro di Mauri e Klose.
Brava la Lazio a non reagire alla severità dell'arbitro Dan Tudor, che ha ammonito ben 3 calciatori biancocelesti (tra cui il diffidato Cana che sarà squalificato per la partita di ritorno) usando due pesi e due misure nel giudicare le azioni fallose.
I sostenitori dello Stoccarda, dopo aver insultato la tifoseria avversaria, hanno però mostrato due singolari striscioni, uno in ricordo di Gabriele Sandri e l'altro contro la UEFA.

Appuntamento al 14 marzo per la partita di ritorno in un Olimpico che, si spera, possa essere riempito di gente laziale. La Società rimane, infatti, in attesa della decisione sul ricorso presentato agli organi giurisdizionali dell'Uefa per la revoca della sanzione che obbliga a giocare all'Olimpico due partite consecutive a porte chiuse a causa di presunti atteggiamenti razzisti della tifoseria. Il ricorso verrà discusso dalla UEFA Lunedì 11 marzo 2013.

Il tabellino
Ottavi di finale di Europa League - partita di andata
STOCCARDA-LAZIO 0-2
Marcatori: 20' Ederson (L), 56' Onazi (L)

Stoccarda (4-2-3-1): Ulreich; Sakai, Tasci, Rudiger, Boka; Kvist (55' Harnik), Gentner; Okazaki, Maxim (40' Hajnal), Traorè; Macheda (93' Holzhauser).
In panchina: Ziegler, Felipe Lopes, Molinaro, Hoogland. All. Labbadia
Lazio (4-5-1): Marchetti; Pereirinha, Cana, Ciani, Radu; Candreva, Onazi, Hernanes (72' Gonzalez), Ederson (64' Ledesma), Lulic; Kozak (84' Floccari).
In panchina: Bizzarri, Dias, Biava, Gonzalez, Lombardi. All. Petkovic

Arbitro: Alexandru Dan Tudor (ROU)
Assistenti: Cristian Nica, Aurel Onita
IV uomo: Octavian Sovre
Assistenti aggiunti: Cristian Balaj, Radu Marian Petrescu

Note: Ammoniti Hernanes (L), Ciani (L), Tasci (S), Cana (L) Harnik (S)
Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Le pagelle
Marchetti 7
Pereirinha 6
Cana 6,5
Ciani 6,5
Radu 6,5
Candreva 7
Onazi 8
Hernanes 6,5 (dal 71' Gonzalez 6)
Lulic 6,5
Ederson 7,5 (dal 63' Ledesma 6)
Kozak 6 (dall'83' Floccari s.v.)
All. Petkovic 7