CALCIO - Serie A - La decima giornata di campionato e le probabili formazioni

Fiorentina-Napoli, Milan-Lazio e Juventus-Catania i big match della serata in attesa del posticipo di Roma-Chievo

30.10.2013 - Luca d'Alessandro

decima giornata Serie A

È iniziata col pareggio per 1-1 tra Atalanta e Inter la 10ª giornata di Serie A. Allo stadio Atleti azzurri d'Italia ieri sera è andato in scena una gara all'insegna del tango argentino. Ad aprire le danze per l'Inter è Ricky Alvarez su assist di Palacio. Pari bergamasco di "El Tanque" Denis che vince il duello aereo con Samuel e insacca di testa. Non riesce il colpo del k.o. a Icardi che coglie il palo a Consigli battuto. Compie il miracolo invece Carrizo su tiro ravvicinato di Yepes. L'Inter balla, ma non brilla come se Mazzarri ancora non parlasse il lunfardo. A fine gara il tecnico livornese rimpiange pubblicamente il suo tanguero principe: Diego Milito.

I big match del turno infrasettimanale di campionato:

FIORENTINA-NAPOLI
I viola sperano, guidati dal suo tecnico e chi meglio di lui, di continuare a volare sulle ali dell'entusiasmo dopo la rimonta vincente contro la Juventus. Il Napoli sospinto dai duemila tifosi partenopei che saranno presenti al Franchi è atteso alla prova più difficile delle trio di testa del campionato. Per Benitez il dubbio è se continuare col turnover che fin qui ha portato a ottimi risultati o affidarsi ai titolari. I ballottaggi sono Hamsik/Pandev, Callejon/Insigne, Dzemaili/Inler. Per Montella unico dubbio su chi affiancare tra Matos e Joaquin a Giuseppe Rossi.
Fiorentina: (3-5-2) Neto, Roncaglia, Compper,Savic; Cuadrado, Aqulani, Pizarro, B.Valero, Pasqual; Joaquin, Rossi.
Napoli: (4-2-3-1) Reina, Meuyt b sto, Fernandez, Albiol, Armero; Dzemaili, Behrami; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain.

MILAN-LAZIO
Si affrontano due tecnici criticati da piazza e società. È il tecnico del Milan Massimiliano Allegri, però, ad avere di più la panchina traballante. Presunti torti arbitrali o no, in questo momento non riesce a gestire al meglio il gruppo. Da aggiungere la delicata situazione Balotelli. Il ragazzo più che far esplodere il suo potenziale, sembra sul punto d'implodere rischiando di trascinare il Milan nel suo buco nero. Out i centrali difensivi Mexes e Silvestre sarà Zaccardo ad affiancare Zapata. Rientra De Sciglio sulla fascia sinistra, così come Kakà partirà dal primo minuto. Petkovic ha parlato di squadra composta da "uomini veri" e proprio alla vecchia guardia si affiderà questa sera. Progetto giovani più o meno accantonato per la gara che in caso di vittoria, contro una big, potrebbe dare quella scossa mentale per invertire la rotta, specie in trasferta dove la Lazio guidata da Petkovic viaggia con una media punti di 0,9 a partita.
Milan: (4-3-3) Gabriel, Abate, Zaccardo, Zapata, De Sciglio; Montolivo, De Jong, Muntari; Kakà, Robinho, Balotelli.
Lazio: (4-3-3) Marchetti, Cavanda, Ciani, Cana, Radu; Gonzalez, Ledesma, Hernanes; Candreva, Klose, F. Anderson.

JUVENTUS-CATANIA
Secondo turno consecutivo per la squadra di Conte in casa. Allo Juventus Stadium arriva il nuovo Catania di De Canio reduce da uno scialbo 0-0 contro il Sassuolo. Impegno agevole per la Juventus in attesa di un trittico di partite delicate contro Parma, Real Madrid e Napoli.
Juventus: (3-5-2) Buffon, Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Caceres, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez, Llorente
Catania: (4-3-3) Andujar, Alvarez, Gyomber, Rolin, Biraghi; Izco, Tachtsidis, Amiron; Keko, Bergessio, Castro


Le altre gare della serata:

CAGLIARI-BOLOGNA
Cagliari: (4-3-1-2) Agazzi, Pisano, Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Nainggolan, Cossu; Pinilla, Ibarbo.
Bologna: (3-5-1-1) Curci, Sørensen, Natali, Mantovani; Garics, Pazienza, Khrin, Laxalt, Morleo; Kone, Cristaldo.

GENOA-PARMA
Genoa: (4-5-1) Perin, Antonini, Portanova, Manfredini, Marchese; Vrsalyko, Biondini, Bertolacci, Matuzalem, Antonelli; Gilardino.
Parma: (3-5-2) Mirante, Cassani, Mendes, Benalouane; Biabiany, Acquah, Valdes, Parolo, Gobbi; Cassano, Amauri.

LIVORNO-TORINO
Livorno: (3-5-2) Bardi, Coda, Emerson, Ceccherini; Piccini, Luci, Duncan, Biagianti, Schiattarella; Paulinho, Emeghara.
Torino: (3-5-2) Padelli, Darmian, Glik, Moretti; D'Ambrosio, Gazzi, Vives, Bellomo, Pasquale; Cerci, Barreto.

SASSUOLO-UDINESE
Sassuolo: (3-5-2) Pegolo, Antei, Bianco, Acerbi; Schelotto, Marrone, Magnanelli, Kurtic, Longhi; Floro Flores, Berardi
Udinese: (3-5-1-1) Brkic, Heurtaux, Danilo, Naldo; Basta, Pinzi, Allan, Badu, G.Silva; Pereyra, Muriel.

VERONA-SAMPDORIA
Verona: (4-3-3) Rafael. Cacciatore, Gonzalez, Maietta, Albertazzi; Romulo, Jorginho, Hallfredsson; Gomez, Toni, Martinho
Sampdoria: (4-4-2) Da Costa, Mustafi, Gastaldello, Costa, Regini; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Wszolek; Gabbiadini, Eder.