IAC: Cinema, danza e musica insieme

La presentazione dei corsi avrà luogo venerdì 11 aprile, alle 19.30, presso lo Shari Vari di Largo di Torre Argentina, 78.

11.04.2014 - Simone Di Tommaso

Un progetto ambizioso al passo con i tempi.
E' questo il leitmotiv dell'Italian Arts Center (IAC) che, nato da un'idea di Francesco De Simone e Nicola Liguori, punta a racchiudere tutte le arti dello spettacolo, dal cinema alla danza e alla musica, in un'unica scuola. Un centro dove in poche lezioni si preparano i partecipanti a sapersi esibire contemporaneamente nella danza, nel canto e nella recitazione e a completare il proprio profilo formandosi nella regia, nella dizione, nella sceneggiatura nel doppiaggio e montaggio.

"Lo IAC è sempre in continua evoluzione e aggiornamento proprio perché aderente - ci spiega Francesco De Simone - ai bisogni e alle esigenze di ciò che il mercato richiede. Non è un caso che abbiamo ideato per il momento vari corsi dal mensile, al settimanale, alla formula weekend perché vogliamo creare qualcosa al passo con i tempi. Di corsi - aperti sia a professionisti che principianti - ce ne sono tanti, ce ne saranno altri in futuro. Abbiamo avuto l'idea - continua De Simone - di ispirarci ad un modello americano per offrire qualcosa di inedito qui in Italia."

"E proprio sul rappresentare le ultime tendenze e novità che puntiamo - ci conferma Nicola Liguori - volendo arrivare con il tempo a divenire una scuola di formazione professionale aderente all'arte italiana. Così come esistono i talent per la musica, per la danza, noi vogliamo essere una scuola che forma dei talent a 360 gradi. Il tutto con docenti rappresentativi del mondo dello spettacolo e a prezzi al passo con i tempi e con le incertezze del momento. Vi chiederete perché bisogna studiare varie materie contemporaneamente, così come fare corsi di sceneggiatura, regia. Lo IAC vuole essere cultura, tutti devono sapere cosa è un copione, come si lavora in un set. Ad oggi viene sempre più richiesto di essere perfetti e non si può essere superficiali."

Per dare maggior risalto ai corsi e lasciare ai partecipanti qualcosa di pratico, tangibile e anche prolungato lo IAC, oltre a fornire l'attestato di fine corso e a rilasciare crediti universitari, ha firmato un accordo con il Festival Internazionale del Cortometraggio di Roma Corti and Cigarettes. "L'idea - ci spiega il direttore artistico Tommaso Ranchino - rientra nei canoni del Festival sempre pronto alla sperimentazione e al catturare nuove idee, sinergie e energie. Lo IAC diverrà per noi un bacino per nuove leve e per navigati che si potranno confrontare con il pubblico presente nella due giorni del prossimo autunno."

Per scoprire tutte le novità in anteprima assoluta, l'evento di presentazione è venerdì 11 aprile alle 19.30 allo Shari Vari di Roma in Largo di Torre Argentina 78. Saranno presenti gli ideatori dello IAC, i docenti e numerosi rappresentanti del mondo dello spettacolo.
Per tutte le info: www.italianartscenter.com
Per seguire le ultime novità: https://www.facebook.com/italianartscenter