CALCIO - Roma- Hellas Verona 2-0. Le pagelle giallorosse

Florenzi entra e sblocca un match difficile, l'eurogol di Destro lancia la Roma in vetta alla classifica

27.09.2014 - Luca d'Alessandro

Destro abbraccia Garcia

 

 

De Sanctis 6.5: fa il lavoro più difficile di tutti: non è mai impiegato per 90' minuti e dev'essere bravo nell'unico tiro del Verona.

Maicon 6.5: ala aggiunta per tutta la gara visto che gli avversari lasciano il solo Nene in attacco

Manolas 7: Benatia è stato il difensore più forte della passata Serie A e trovarne un sostituto all'altezza sembra difficile, la Roma è riuscito a trovarne uno che per media voto è addirittura migliore.

Yanga-Mbiwa 7: forse non è elegante negli interventi, ma di sicuro è molto efficacie. Imperioso negli anticipi, va vicino al gol con un colpo di testa di poco a lato.

Cole 6: più intraprendente del solito. Sta ritrovando la condizione atletica e si vede più in fase offensiva, anche se l'azione più pericolosa del Verona arriva con Gomez dalla sua fascia.

Pjanic 6: tende a schiacciarsi troppo alla difesa del Verona andando a intasare il già folto attacco romanista.

Keita 7: sembra che giochi con un magnete dentro gli scarpini. È il catalizzatore del centrocampo giallorosso in fase d'impostazione e d'interdizione. Non sta facendo rimpiangere De Rossi.

Nainggolan 6.5: la notizia non è tanto la prestazione, ma il fato che Garcia gli concede 8' di riposo in vista della trasferta di Manchester. Dal 37'st Paredes sv.

Totti 6.5: nel Totti-day conferma che a "28 anni" è nel pieno della sua maturità calcistica. Non riesce a segnare per colpa del palo e di Sorensen che gli negano la gioia del gol. Dal 21'st Florenzi 7,5: non c'è nonna Aurora sugli spalti, ma la corsa liberatoria dopo il suo destro scagliato di prima senza pensare che risolve il match è molto simile.

Ljajic 6.5: altra buona prestazione dopo quella del Tardini. Lavora su tutto il fronte d'attacco sfiancando il Verona per poi lasciare il colpo di grazia a Gervinho e Florenzi. Dal 12'st Gervinho 6.5: con la difesa scaligera stanca è imprendibile e spacca la partita con le sue solite fiammate.

Destro 7: si fa trovare al posto giusto nel momento giusto, ma sbaglia due gol facili in una partita di quelle difficili da sbloccare perché gli avversari sono tutti arroccati dietro. Dopo il gol di Florenzi scarica tutta la sua rabbia con un tiro da fuoriclasse scoccato da centrocampo che coglie impreparato Gollini.

Garcia 7,5: sei vittorie su sei gestendo la Roma, tra infortuni e scelte tecniche al meglio. Sapeva che Mandorlini si sarebbe difeso nella propria metà campo e prima schiera Totti e Ljajic a stancare gli ospiti per poi vincere la partita inserendo la velocità di Florenzi e Gervinho.